attila

la grande depressione

Archive for settembre 2009

Berlusconi: “Crisi alle spalle”

Posted by vaiattila su 29 settembre 2009

alle spalle?…

io me la sento un po’ più giù……..

Annunci

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Brunetta e la lotta alla corruzione

Posted by vaiattila su 21 settembre 2009

Il questi giorni in cui il nostro ministro è intento a concimare le cronache con le sue esternazioni,  per me, parlare di lui, è perfino imbarazzante. Trovando per strada un soggetto del genere, che sbraita e spara pesanti accuse verso degli avversari policitici che fai?  Ti chiedi: lo possimo uccidere? certo che no, e allora l’alternativa è quella  di girarsi dall’altra parte ed allontanarsi dall’aria che questo essere ammorba.

Lontano da lui, lontano da chi inneggia a questo novello Masaniello, debole con i forti, forte con i deboli….

Nella sostanza, però, il documento redatto dalla nuova struttura che il Ministro Brunetta ha costruito Servizio Anticorruzione e Trasparenza (SAeT) continua a ronzarmi in testa.

Cioè trovo abbastanza incredibile e spudorato che il Ministro chiuda una struttura autonona come il commissariato Antocorruzione, composto da 50 persone, e al suo posto costituisca un Servizio, composto da 17 persone, con il compito di monitorare la corruzione nella pubblica amministrazione e di trovare le forme di lottare contro questo fenomeno.

Certo, l’Alto Commissariato nel 4 anni di vita non aveva fatto molto. Ma le premesso sono che il SAeT farà ancora meno.

Praticamente in un anno di attività questo organismo ha prodotto una relazione mandata alle Camere dove si cerca  di fare un censimento delle condanne subite dai pubblici dipendenti per reati di truffa, concussione, turbativa d’asta e va dicendo…. e  alla fine scopre che la repressione di questi reati è piuttosto blanda. Il rapporto scopre anche che la quantità di reati per turativa d’asta in italia sono pochi… addirittura meno che in altre parti d’Europa e i relatori si guardano smarriti… strano, si dicono… nel paese della mafia, della drangheta, della comorra, cii sono molto pochi reati che riguardano gli appalti…. per fortuna o per pudore evitano di fare la considerazione conseguente che è quella di dire: è del tutto evidente che l’idea che in Italia ci sia corruzione in materia di appalti è chiaramente smentita dal fatto che le denuncie e le condanne su questo punto sono molto contenute.

Il servizio Anticorruzione e Trasparenza del Ministri Brunetta, ovviamente, non è andato a controllare sui siti delle varie regioni, comuni provincie, quante trattative private si fanno ancora e come quotidianamente si eluda la norma che impone di non frazionare ad arte  gli appalti… Sembrerebbe anche che il SAeT non sia nemmeno andato a guardarsi le varie relazioni dell’ Autorità ai LAvori Pubblici o le diferse relazioni del Procuratore Generale della Costre dei Conti…

Un compitino ben scritto, che non sa cogliere nemmeno gli elementi evidenti a chiunque abbia un po’ le mani in pasta negli appalti…

E la cosa ancora più sorprendente è che la “Filosofia” della lotta alla corruzione sia uguale a quella della lotta all’assenteismo: se la lotta all’assenteiso ha avuto esiti positivi non può riguardare il numero dei presenti e degli assenti, ma deve riguardare l’efficenza o meno dell’azione amministrativa (che è difficile da misurare, ma  alcuni indicatori si potrebbero comunque mettere in essere…). Ma sicnceramente chi si è accorto di avere una PA più efficente si faccia avanti…

Lotta alla corruzione? ma se ben tre regioni sono letteralmente in mano alla malvita e se in ogni parte d’Italia le gare d’appalto sono ridutte ad essere una semplice liturgua di formalità mentre le potenti lobby decidono chi e come deve lavorare e dove mai si entra nel merito della qualità delle opere realizzate…..  Si chieda il SAet quante denuncie ci sono state di imprese per non aver egeguito correttamente le opere pubbliche, o si chieda a quanti progettisti sini state contestati errori progettuali che hanno comportato ulteriori spese per l’Erario…. o quanti Direttori Lavori della pubblica amministrazione hanno diretto i lavori senza mai mettere piede in cantiere…..

Forse ne uscirebbe un quadro meno entusiasmante, ma sicuramente ci si metterebbe almeno nella logica di entrare nel vivo dei meccanisni di corruzione che sono, poveri noi, non solo diffusi, ma in gran parte assolutamente dominanti nella nostra PA. Anche a prescindere dalla volontà dei singoli funzionari…. se vuoi che i lavori vadano comunque avanti, il più delle volte sei costretto a “mediare” tra le richieste delel imprese e l’esigenza di finire i lavori…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

la lotta alla corruzione

Posted by vaiattila su 16 settembre 2009

Da un po’ di tempo a questa parte il mio interesse per il ministro Brunetta è andato scemando. Ma sì, la lotta all’assenteismo nella PA, la rivoluzione che lui da solo sta portando avanti, come un dittatorello dello Stato Libero di Bananas, le sue esternazioni sulla cultura, i suoi progetti per Venezia… tutto questo mi sembra ormai la ripetizione della stessa commedia.

Comunque, in uno sforzo di buona volontà sono andato sul sito del ministero per vedere se c’è qualche novità. Solita autoreferenzialità, più che un sito istituzionale sembra una pagina di pubblicità. Basta dire che la parte centale dell’ home-page  recita: “l’azione del ministro” e giù una sequela di temi…. il ministro lavora continuamente e produce…

Niente di nuovo.  MA visto che ci sono ne approfitto per leggermi il centinaio di pagine del primo rapporto al parlamento fatto dal Servizio Anticorruzione e Trasparenza SAeT).

Caspita, mi dico, Renato ‘sta volta va giù duro, sta a vedere che la prossima grande campagna, vinta la battaglia dell’assenteismo, sarà quella contro la corruzione…

Si è vero,  a tratti si capta la percezione di una corruzione diffusa…. al punto che, come racconta il rapporto stesso del SAeT  l’Italia è al 55 posto della classifica redatta da Transparency International. Ma nache questa notizia era già nota: la nostra pubblica amministrazione ha un livello di trasparenza in linea con i paesi del terzo mondo…

Va bene, succede… abbiamo perso solo 14 posizioni in un anno, ma è evidente che ancora non sono stati registrati i dati positivi conseguenti all’attività di Renato…

Da rapporto sulla corruzione ( che sembra un po’ un “compitino” confezionato bene, ma senza grandi idee o spunti seri di analisi) si apprende anche ce l’azione del ministero è molto pregnante e seria. Si legge infatti che questo nuovo servizio istituito da Brunetta sostituisce un precedente organismo, per altro autonomo, che si chiamava pomposamente “Alto commissariato antocorruzione”. che, stando al rapporto del SAeT nei tre/quattro anni di vita, ha fatto francamente pochetto…. Si apprende anche che il Commissariato aveva una cinquantina di dipendenti (tutti fannulloni) e che invece i dipendenti del Servizio Anticorruzione e Trasparenza, alle dirette dipendenze del Ministro Plenipotenziario S.E. Renato Brunetta è composto da ben 17 persone… (ma chi ha visto “Gli Intoccabili” film di Brian De Palma con Sean Connery, Robert De Niro, Kevin Costner, Andy Garcia sa benissimo che il numero non conta …)

Comunque, per farla brave, a un certo punto della relazione, quando si parla dell’emerso (denuncie, procedimenti, condanne) della corruzione di afferma:

“5. Sorprende la percentuale piuttosto contenuta delle denunce per reati
connessi ad incanti e forniture pubbliche (7%). Questo è un ambito che
nelle rilevazioni internazionali viene invece considerato fortemente a
rischio. È pur vero che una corretta rilevazione del fenomeno si
dovrebbe concentrare non tanto sul numero delle denunce quanto sulla
stima del danno economico connesso alla commissione di queste
tipologie di reato. “pag 30

Sorprende la percentuale contenuta delle denuncie? ma questi dove vivono? Ma questi non sanno letteralmente nulla del fenomeno della corruzione negli appalti e sono, ovviamente, le persone meglio indicate a svolgere la funzione di controllo sulla trasparenza…

ancora una volta, Renato, sei riuscito a sorprendermi… mi hai fatto perdere due ore a leggere cazzate!

ma non finisce qui!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

il tram di mestre e la viabilità ciclopedonale – atto secondo

Posted by vaiattila su 15 settembre 2009

Qualcuno sta sabotando il tram di Mestre.

Ne ho la certezza perchè ho visto proprio con i miei occhi che qualche vandalo ha semidistrutto la piattaforma della fermata del tram davanti al ex consorzio agrario….

ca rossa 2

Qualche tempo fa, e mi cito con un qualche orgoglio, avevo pubblicato un post sulla viabilità ciclo pedonale conseguente alla realizzazione del tram di Mestre26022009101

Questa immagine l’ho fatta a febbraio di quest’anno e dopo sei mesi qualcuno si è accorto che il passaggio pedonale era del tutto insufficiente a consentire il passaggio contemporaneo di due persone.

MA che sarà mai…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Onna: Silvio consegna i nuovi televisori con il decoder integrato

Posted by vaiattila su 15 settembre 2009

onnaLA prima foto di terremotati che prendono possesso della nuova abitazione mette in evidenza un bel televisore. E’ chiaro, senza di quello, la realtà non esiste… ora sono finalmente normalizzati!

Lui, poi, sembra portare la bandana….

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

il professor Costa produrrà energia

Posted by vaiattila su 14 settembre 2009

Certo, la notizia gira da qualche tempo sulla stampa locale.

Il professor Costa, tra un esternazione e l’altra, ha anche pensato di produrre energia. Lo fa nel suo ruolo di Provveditore al Porto di Venezia.

L’idea sembra interessante: creare una centrale per la combustone di biomasse che funzioni con le alghe essicate. questa centrale dovrebbe produrre energia per i bisogni del porto e potrebbe, pure, fornire l’energia per ben metà della citta di Venezia. Così si legge sulla stampa.

Lo so, nei confronti di Costa ho una sorta di sordo risentimento, fastidio, complesso di inferiorità… lui appena arriva in un posto inizia con il suo attivismo sfrenato ad agire, cambiare, modificare, progettare, realizzare… Inarrestabile.

L’ho visto fare il Sindaco e lasciare dietro di sè una macchina comunale di molto peggiorata, soprattutto umanamente peggiorata, l’ho visto fare il commissario al moto ondoso di Venezia e lasciare dietro di sè uno splendito ed inutile centro interscambio merci che mai funzionerà, l’ho visto fare il ministro dei lavori pubblici e lasciare dietro di sè una serie di provvedimenti quantomeno discutibili, l’ho visto fare il provveditore al porto e lo vedrò lasciare dietro di sè qualcosa che forse funzionerà.. forse sì, forse no.

Attualmente non ci sono molti impianti che utilizzano biomasse da alghe (Venezia sarebbe il primo impianto) e qualcuno avanza serie obiezioni.

Venezia, ovviamente, si merita di essere la prima città ad avere un tale impianto, e Costa sarà sicuramente un benemerito…. tanto i soldi, ancora una volta, non sono i suoi. E io, che sono convinto che Venezia abbia estremo bisogno di una bravo Provveditore al Porto, mi chiedo,: ma perchè non esistono bravi imprenditori privati che investano in queste attività? e perchè sempre e solo i nostri amministratori pubblici inventano queste genialate? Forse perchè non è detto che siano propriamente delle grandi pensate…. ma sono molto suggestive, sembrano intelligenti e danno la certezza di far parlare di sè ( che quando la centrale si rivelerà una ciofeca il nostro iperattivo professore sarà già a fare danni da un altra parte….)

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

il professor costa e la professione di autoreferenzialista

Posted by vaiattila su 12 settembre 2009

Il professor Costa è stato quasi tutto nella vita.

docente universitario, rettore di Ca’ Foscari, Ministro dei lavori pubblici, Sindaco di Venezia, deputato Europeo…MA questo è solo una piccola parte dei grandi meriti accumulati dall’uomo.

Ovviamente parliami di un grande. Un uomo che dove passa lascia il segno.

Ora cotanto personaggio si auspica per il veneto una coalizione formata da PD, UDC e PDL. Come al solito Paolo Costa sa schierarsi dalla parte giusta.  L’obiettivo dichiarato è isolare la Lega da una parte e l’Italia dei Valori dall’ altra. In cambio di questa sua ultima performance Paolo Costa, presumo, potrà chiedere un qualcosa, una qualche prebenda e una qualche nuova direzione.

L’uomo è un esempio per tutti, specie per me che ambirei seguirlo in questa avventura politica.

Un grande centro con a capo un grande uomo, per fare del Veneto un grande laboratorio politico: il centro del degrado morale.

Di questo uomo fattivo, sempre di corsa, sempre in ritardo, mi viene in mente la grande genialata che ebbe quando svolgeva l’attività collaterale di “Commissario straordinario al moto ondosi di Venezia”.

Come noto in questa nostra Italietta lo Stato funzione solo in base a deroghe. Dunque se si vuole fare qualcosa bisogna derogare alle norme ordinarie e fare tutto in modo convulso e sconclusionato. Così il nostro (mio) grande conducator riuscì a farsi nominare Commissario per risolvere, una volta per tutte, il dramma del moto ondoso nei canali veneziani.

La pensata è quella di un grande stratega. Realizzare un grande centro di interscambio merci dove i tir provenienti da tutto il mondo conferiscano le loro merci e da dove partono alcune imbarcazioni costruite ad hoc che vadano in giro a consegnare le merci dentro il centro storico di Venezia. Così, razionalizzando tutto il sistema distributivo, non ci sarebbero più barche, barchine barchette che scorazzano per i canali di Venezia e il moto ondoso, fatalmente, si andrebbe a ridurre…

La grande capacità “razionalizzatrice” dell’uomo che oggi dirige il Porto di Venezia (e gli effetti devastanti della sua conduzione avremo modo di vedere tra breve) riece così a realizzare, tutto rigorosamete il deroga alle normative sugli appalti che vengono chiaramente eluse; un grande interscambio merci all’isola del Tronchetto…..

Problema risolto!

infatti di moto ondoso non se ne sente più parlare….

Dopo cinque anni di tempo, leggendo vari interventi sul sito del Comune e sulla stampa locale, si apprende che il centro interscambio merci, che giace là, non sarà mai utilizzato allo scopo….. perchè troppo piccolo, perchè insufficiente, perchè nessuno ha il coraggio di dire ai vari piccoli trasportatori di Venezia che da domani loro dovranno trovarsi un altro mestiere, perchè … perchè…. perchè….

Bene, i soldi si sono spesi nell’ennesima opera inutile… prima o poi, però qualcuno potrà proporre di utilizzare il grande centro interscambi merci per fare uffici comunali, o magazzini per la Fenice, o depositi per il comune, o realizzare un grande B&B…..

Trenta milioni di euri spesi bene!

Ma Costa non è anche favorevole al MOSE?

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Noemi a Venezia

Posted by vaiattila su 11 settembre 2009

Ieri, a Venezia, è arrivata  anche Noemi.

Era accompagnata dalla madre e dal padre.

Ho approfittato della presenza del signor Letizia per scambiare con lui alcune considerazioni sulla situazione della finanza internazionale.  Abbiamo poi preso in considerazione la situazione del medio oriente e dell’ Afganistan. Da ultimo abbiamo concordato una strategia per rilanciare il ruolo dell’Italia nei rapporti commerciali con la Cina.

Posted in varie | Leave a Comment »

E vai!

Posted by vaiattila su 11 settembre 2009

forse, e dico “forse” , non è il migliore presidente del consiglio  degli ultimi 150 anni.

Sicuramente è il più modesto!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »