attila

la grande depressione

Archive for luglio 2008

terre da scavo e tram di mestre…

Posted by vaiattila su 25 luglio 2008

conosco chi, facendo l’imprenditore, ha dovuto portarsi a discarica tutta la terra scavata per mettere giù una tubatura. Per chi non lo sapesse per mettere giù un tubo, ad esempio della fognatura, si procede facendo un scavo ed ammucchiando la terra a lato dello scavo, poi si posizione il tubo sul fondo dello scavo e poi si procede a riempire lo scavo con la terra accumulata a lato. L’eccesso di terra deve essere portata ad una discarica autorizzata. Questo sarebbe il procedimento, ma c’è di mezzo una qualche complicazione. Ossia, così non si può procedere!

dunque facciamo un qualche posso indietro. Prima ancora di scavare ed ammucchiare la terra a lato della trincea dove andrà posato il mio tubo, è necessario che sia previsto in progetto che andrò a riutilizzare la terra scavata per riempire il mio scavo.  Ma non solo. dovrò dimostrare attraverso alcune analisi specifiche che la terra scavata non supera i parametri imposti dalla legge.

Tutto questo ha una qualche logica. Il presupposto, anche se nessuno ve lo dichiarerà esplicitamente, è che viviamo in un mondo abbastanza inquinato al punto che, quando si toglie della terra è bene sostituirla con terra pulita perchè abbiamo comunque un qualche miglioramento della situazione, mentre se utilizziamo la stessa terra senza sapere se essa sia o meno inquinata, non procediamo ad un miglioramento.

Dunque il mio conoscente imptenditore è stato costretto a portarsi la terra scavata ad una discarica per un costo che ha inciso per quasi un 50% sulla costruzione della fognatura…. mica sono scherzi!

Poi passi per Mestre dove si stà costruendo questa genialata del tram per Mestre e si vede che le terre sono riutilizzate pacificamente senza problema. Mi chiedo: ma le terre scavate in via Olivi, o quelle di Villaggio San Marco, sono perfettamente pulite tali da essere tranquillamente riutilizzate? resto con il dubbio, ma tanto la mia fiducia nella capacità di pari trattamento della pubblica amministrazione è completamente esaurita.

Così ci sono regole che valgono per uno e non per l’altro… difficile giocare la stessa partita!…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

io sono un consulente

Posted by vaiattila su 20 luglio 2008

Un consulente è una persona che sa molte cose. Di solito si specializza in un tema, o in alcuni temi. Dell’argomento scelto il consulente sa tutto o quasi.

In realtà questa è l’opinione che deve dare a prima vista. IL vero consulente si è formato sui risvolti di copertina dei libri che in vario modo sono attinenti alla sua specializzazione. Per questo può affermare di conoscere una pagina più del libro. Io così sono. So una pagina più del Libro, ma non ho mai letto il libro.

Questo mi consente una notevole libertà di interpretazione ed una articolazione dei miei stessi enunciati che spesso mi trovano in una specie di “disaccordo” interno. Niente paura. Il consulente non è mai responsabile di quello che dice.

Brunetta è un consulente. Anzi, è meglio esprimersi al passato perchè Brunetta è un consulente pentito.

Da ex consulente sa che tutto il suo lavoro di consulente altro non era che una sorta di regalia che lo Stato, travestito da politico compiacente, gli ha elargito per amicizia.

Così, il nostro ministro ha fatto uno più uno, e, perentorio come sempre, ha deciso di abrogare tutte le regalie. Per risparmiare.

Io ovviamente mi oppongo con tutta la mia potente influenza perchè no, i diritti acquisiti sono acquisiti e non permetterò che un traditore rovini quello che in tanto anni di onorato servilismo sono riuscito a fare.

Rivoglio subito le mie consulenze!

e comunque Brunetta non ha letto nemmeno i risvolti dei libri… lui parla per scienza infusa…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

che fare?

Posted by vaiattila su 3 luglio 2008

questa domanda è risuonata varie volte nella storia;  alcune sotto forma di tragedia, altre volte sotto forma di farsa.

L’ uomo della provvidenza mi ha lasciato senza parole. ma dove cavolo stiamo andando a finire? schediamo i bambini, ma solo quelli rom. Chiudiamo i processi per decreto. Anche se sono alla fine… poi, se devi andare in lite perchè qualcuno ha del tutto disatteso un contratto, ti fissano la prima udienza a luglio del 2015…. datemi il secondo emendamento: voglio una pistola e farmi giustizia da me…

Ieri, un buon diavolo di imprenditore  si diceva contento che Tramonti avesse abrogato quelle disposizione del governo Prodi che imponevano che i pagamenti oltre i 5000 euro fossero fatti necessariamente per assegno…. controlli. Per fortuna che questo governo snellisce! Certo! tutti i bravi riciclatori e nerolavoristi ringraziano. Finalmente l’uomo della provvidenza ha dato una accellerata all’economia. Giustizia in palla, polizia senza benzina, riciclaggio di denaro senza alcun ostacolo. E’ tutto più snello e più veloce.

MA che cazzo di imprenditore sei, che non capisci niente di niete e per una evasione di 1000 euro di iva sei disposto a qualsiasi cosa, ma vergognati, pezzente!

Alfano, affanculo anche tu! 

Posted in varie | Leave a Comment »