attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘mose’

brunetta e il corridoio 5

Posted by vaiattila su 9 febbraio 2010

Ho già citato  in un precedente post le azioni del Ministro Brunetta per quella che lui chiama “la Grande Venezia”.

Abbiamo visto che lui farà quella grande ciofeca del Mose.

Poi un’altra cosa che farà Brunetta è il “corridoio 5” ovvero sia  una delle dieci grandi arterie ferroviarie che la comunità europea ha dichiarato strategiche e che l’unione europea sta realizzando… IL corridoio 5 unisce Venezia a Kiev… con questo Brunetta ci conta come i cavoli a merenda… ma ovviamente sarà solo grazie a lui che potremo raggiungere Kiev per andare a prendere un caffè …

L’uomo che ha rivoluzionato la pubblica amministrazione sta mettendo mano anche alla viabilità europea

Annunci

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brunetta e il Mose

Posted by vaiattila su 9 febbraio 2010

Il Ministro Brunetta, neo candidato a sindaco di Venezia  a tempo parziale,  vede il rilancio della Grande Venezia attraverso una serie di grandi opere.

Il Mose è una di queste. Brunetta dice: Farò il Mose!  Ma dai! qualcuno dica al ministro che il Mose è già realizzato a circa il 60% stando almeno a quello che dice il Consorzio Venezia Nuova.

Poi cercando in rete si scopre che il 23 gennaio Brunetta aveva già detto:

(ASCA) – Venezia, 23 gen – ”Se saro’ eletto sindaco di Venezia, rifaremo la legge speciale, trovando anche nuove risorse, e in parallelo completeremo il Mose”. Lo ha assicurato il ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta, presentando a Venezia la candidatura a sindaco della citta’ per il Pdl e la Lega. ”Faremo le due cose insieme” ha aggiunto Bruneta, secondo il quale ”non basta fare il Mose, ma dopo bisognera’ farlo vivere”.

Dunque Venezia  per questo governo è importante non in sè, ma solo in funzione di Brunetta… Lui porterà i soldi… se non è eletto lui, i soldi per Venezia ve li scordate. E’ Chiaro? Ma anche il Mose… non basta farlo. Bisogna farlo vivere… se non c’è spesa continua il Mose Tempo un anno non funziona più… Se Brunetta nno viene fatto sindaco il Mose sarà inutile per la città… ecco!

Brunetta è come Mosè: lui ci farà passare tra le acque, quelli che non saranno con lui verranno travolti dalle acque alte..

Quello che temo maggiormente è la possibile vendetta del mini/stro nei confronti dei Veneziani nella malaugurata idea che dovesse perdere le elezioni.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

per fortuna che brunetta c’è………

Posted by vaiattila su 8 febbraio 2010

Sono un tantino depresso. Non è che la situazione sia bella.

Il livello della televisione è sempre più basso, la satira non mi pare abbia grosse novità: morde poco nonostante le occasioni uniche. Il tempo è quello che è, umido e freddo… poco sole.

Il lavoro… non ne parliamo!

Insomma, sono un tantino depresso…

Per disperazione mi butto nel blog di Renato Brunetta e, tra le altre cose leggo:

“Il futuro si gioca con queste elezioni e con le decisioni nazionali – ha detto agli artigiani Brunetta, che ha parlato anche delle sue intenzioni di realizzare una “Grande Venezia”.

“Avere un sindaco forte, – ha continuato il ministro – catalizzatore di un progetto innovatore, un sindaco-ministro che perora la causa di Venezia con un programma che dice Tessera, espansione del porto, dell’aeroporto e poi Mose e Corridoio 5, beh è la grande occasione temporale.”

Tutto questo mi fa impazzire!

La Grande Venezia!!!!!  Un Sindaco Forte!!!!! Tessera!!!! espansione Porto e Aeroporto,  Mose, Corridoio 5… tutte cose assolutamente nuove e mai sentite, che idee!!!!!  che genio!!!!!!!!!! ma quando le avrà  pensate?!!!

Non ho capito però il termine “temporale”… forse un refuso… forse voleva dire “corporale”…..

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

il professor costa e la professione di autoreferenzialista

Posted by vaiattila su 12 settembre 2009

Il professor Costa è stato quasi tutto nella vita.

docente universitario, rettore di Ca’ Foscari, Ministro dei lavori pubblici, Sindaco di Venezia, deputato Europeo…MA questo è solo una piccola parte dei grandi meriti accumulati dall’uomo.

Ovviamente parliami di un grande. Un uomo che dove passa lascia il segno.

Ora cotanto personaggio si auspica per il veneto una coalizione formata da PD, UDC e PDL. Come al solito Paolo Costa sa schierarsi dalla parte giusta.  L’obiettivo dichiarato è isolare la Lega da una parte e l’Italia dei Valori dall’ altra. In cambio di questa sua ultima performance Paolo Costa, presumo, potrà chiedere un qualcosa, una qualche prebenda e una qualche nuova direzione.

L’uomo è un esempio per tutti, specie per me che ambirei seguirlo in questa avventura politica.

Un grande centro con a capo un grande uomo, per fare del Veneto un grande laboratorio politico: il centro del degrado morale.

Di questo uomo fattivo, sempre di corsa, sempre in ritardo, mi viene in mente la grande genialata che ebbe quando svolgeva l’attività collaterale di “Commissario straordinario al moto ondosi di Venezia”.

Come noto in questa nostra Italietta lo Stato funzione solo in base a deroghe. Dunque se si vuole fare qualcosa bisogna derogare alle norme ordinarie e fare tutto in modo convulso e sconclusionato. Così il nostro (mio) grande conducator riuscì a farsi nominare Commissario per risolvere, una volta per tutte, il dramma del moto ondoso nei canali veneziani.

La pensata è quella di un grande stratega. Realizzare un grande centro di interscambio merci dove i tir provenienti da tutto il mondo conferiscano le loro merci e da dove partono alcune imbarcazioni costruite ad hoc che vadano in giro a consegnare le merci dentro il centro storico di Venezia. Così, razionalizzando tutto il sistema distributivo, non ci sarebbero più barche, barchine barchette che scorazzano per i canali di Venezia e il moto ondoso, fatalmente, si andrebbe a ridurre…

La grande capacità “razionalizzatrice” dell’uomo che oggi dirige il Porto di Venezia (e gli effetti devastanti della sua conduzione avremo modo di vedere tra breve) riece così a realizzare, tutto rigorosamete il deroga alle normative sugli appalti che vengono chiaramente eluse; un grande interscambio merci all’isola del Tronchetto…..

Problema risolto!

infatti di moto ondoso non se ne sente più parlare….

Dopo cinque anni di tempo, leggendo vari interventi sul sito del Comune e sulla stampa locale, si apprende che il centro interscambio merci, che giace là, non sarà mai utilizzato allo scopo….. perchè troppo piccolo, perchè insufficiente, perchè nessuno ha il coraggio di dire ai vari piccoli trasportatori di Venezia che da domani loro dovranno trovarsi un altro mestiere, perchè … perchè…. perchè….

Bene, i soldi si sono spesi nell’ennesima opera inutile… prima o poi, però qualcuno potrà proporre di utilizzare il grande centro interscambi merci per fare uffici comunali, o magazzini per la Fenice, o depositi per il comune, o realizzare un grande B&B…..

Trenta milioni di euri spesi bene!

Ma Costa non è anche favorevole al MOSE?

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »