attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘putin’

edilizia/ crisi/ futuro

Posted by vaiattila su 1 dicembre 2008

il settore edilizio è in crisi.

Grave perchè l’edilizia mi rappresenta il 10% del pil per circa 140 miliardi di euri. Nel 2007, anno che mi si è chiuso in calo, sono state costruite in italia più di 700.000 nuove costruzioni di cui 309.000 appartamenti. Negli ultimi tre anni si soni costruiti circa un milione di nuovi appartamenti. Fino a che l’edilizia tirava il settore era tutto un fermento di cazzuola e frattazzo. Oggi gli edili stanno sul punto di piangere.

Va bene, ma fino ad ieri avete potuto usufruire della bolla speculativa (a me scrivere “bolla speculativa” mi riempie l’anima) e oggi un po’ mi infastidite quando lamentate la stretta del credito (anche questa non è male) e chiedete il sostegno pubblico per riavviare un settore in crisi.

Personalmente non ho quasi nulla contro i costruttori edili. Ma non riesco a capire questo infinito costruire. Centri commerciali ed uffici fioriscono ogni dove. Ma chi li utilizzerà se oggi l’odore di crisi ci spaventa, ma tutti sotto sotto sappiamo che quello che stiamo sentendo è solo l’odore…

A sostegno dell’edilizia il governo ha già fatto molto. Ha tolto l’obbligo dell’inserimento in contratto del certificati energetici e si stà apprestando a togliere ogni agevolazione e gravio sulle ristrutturazioni con effetti di risparmio energetico. Il governo, in pratica sta creando i presupposti per una lotta contro l’Europa quando ci chiederanno di entrare nei parametri ambientali fissati dalla comunità che noi stiamo amabilmente trascurando ed eludendo.

Quando l’europa ci chiederà i conti il governo avrà il pieno appoggio delle confraternite di costruttori, confindustriali, merchegagli e corporazioni varie. In compenso il belpaese avrà fatto un saldo indietro aggancandosi al terzo mondo. Il questo Tremonti segue una logoca ferrea che altro non è che un versione riveduta e corretta del leninsta “tanto peggio, tanto meglio” ossia più ci avviciniamo al terzo mondo più la disparità tra ricchi e poveri tende a crescere… e siccome io sto dalla parte dei ricchi… la situazione si prospetta come ottima.

Quindi bruciamo risorse, consumiamo il consumabile e qualcosa succederà. Ci aggancieremo alla santa madre Russia. Là c’è di che primeggiare. Un buon rapporto clientelare garantitoci da Putin potrebbe veramente essere un toccasana per una borghesia vigliacca ed irresponsabile…. e poi anche sotto l’aspetto risorse energetiche la santa madre russia potrebbe essere una risorsa … fino a quando ce n’è, perchè non aproffitarne?

Gli auruspici dell’ opposizione stanno scrutando il volo degli uccelli.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Silvio e la “moral suasion”

Posted by vaiattila su 12 agosto 2008

Non so molto di geopolitica. Qualcosa intuisco.  Mi pare abbastanza comprensibile quali siano i motivi che spingono una potenza come la Russia ad intervenire in questioni che riguardano un altro stato sovrano come la Georgia alle prese con una sua provincia che si vuolestaccare ed entrare nella sfera Russa. Un po’ mi impressionano i numeri di questa vicenda: Da un lato la Repubblica Georgiana, circa 5 milioni di abitanti, dall’altro l’Ossezia, una regione di circa 90.000 abitanti grande come la nostra Valdaosta e infine lei , la Russia con i suoi 150 milioni di abitanti.

Gli interessi umanitari dei Russi non sono in discussione, appunto, non esistono. L’intervento è pesante, prepotente, diretto. Contro popolazione e civili, contro l’opinione di tutto il mondo, con interessi che sono piuttosto evidenti, ma che Putin, con la sua tradizionale sensibilità , tratta da par suo.

I giornali e i tele giornali italinai danno un qualche rilievo alla moral suasion esercitata da Berlusconi si Putin.

Non voglio criticare Silvio per il suo intervento: Mi rendo conto che non ci sono molti strumenti e che far conoscere il proprio dissenso in questo caso sia comunque importante. Il fatto è che Silvio ci ha sempre voluto far credere che Putin sia un suo buon amico e quando si è in dissenso con un buon amico non è che puoi essere troppo duro… cioè si usa una sorta di pressione morale per far cambiare idea al nostro amico. Così Silvio esercita la sia pressione morale su Putin… ecco, questo è il fatto incredibile.  LA morale per quei due conta meno del due di briscola.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »