attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘cultura’

Bondi.

Posted by vaiattila su 10 maggio 2010

….. corrono voci incontrollate e incontrollabili che l’uomo in qualche modo individuato come soggetto attuatore degli interventi per la sitemazione eegli Uffizi di Firenze( 29 milioni di euri)  sia un tale Miccichè che, essendo un parrucchiere, dovrebbe essere abbastanza portato ad una visione estetica.

Di questa nomina, che agli incompetenti appare assurda, viene data la responsabilità nientepopòdimenoche al ministro Sandro Bondi.

A me pare, invece, del tutto coerente e logica. D’altronde Bondi è ministro della Cultura…

(facile ironia! )

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tre euro

Posted by vaiattila su 9 aprile 2010

Tanti anni fa, quando avevo ancora tutti i capelli in testa, chiesi ad mio amico giornalista se il suo giornale era interessato a “subire” una mia collaborazione a tema culturale (cosa avessi da dire, all’ epoca, mi sfugge… ma ero ancora giovane…). Fatto sta che mi rispose invitandomi a mandargli un mio curriculum e una “proposta” su come intendevo la mia collaborazione. Poco dopo aver presentato le mie referenze ebbi un incontro con qualcuno che ora non ricordo, non so se il Direttore o il capo redattore…. la risposta fu “si può fare…”

Poi non se ne fece nulla per colpa mia. Ora che me la passo malino e la crisi sembra avercela su con me, mi è venuto in mente di sondare questa possibile via… chissà che non ci tiri fuori qualcosa, mi son detto… e mi sono messo immediatamente all’opera.

Telefono al mio vecchio amico, oramai anch’egli incanutito, e dopo i convenevoli di rito gli sparo la mia richiesta: c’è possibilità di collaborare? Silenzio. Sta valutando la cosa?, sta cercando le parole per dirmi picche?, sta pensando che sono fuori da ogni dove?

alla fine mi dice: guarda, non ci crederai, ma un articolo di un collaboratore esterno di critica lo paghiamo tre euro….

Fa be’… poi il discorso si inerpica sui massimi sistemi… ciao ciao e la storia finisce.

E no, non finisce così! Provo ad un altro quotidiano… Lunga conversazione con quello che potrebbe essere il responsabile della terza pagina…. Anche se non lo conosco lui è molto disponibile … ma il quadro è desolante… e finisce con un tre euro ad articolo… e questo è quanto vale oggi la cultura!

Ciao

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

popolo veneto?

Posted by vaiattila su 21 agosto 2008

Andrea Causin  (Web http://www.andreacausin.it Blog http://www.fullio.it) è un consigliere regionale veneto del Partito Democratico.

Ricevo la sua news del 31 luglio, la leggo solo ora, che mi informa che la Regione Veneto sta discutendo sul nuovo Statuto e apprendo che tra i punti di dissenso tra maggioranza e opposizione regionale c’è anche:

“1. la definizione di popolo veneto, che noi riteniamo essere legata a tutte le persone residenti all’ interno del territorio del Veneto e che la Lega invece ritiene legata maggiormente all’ etnia e alla cultura;”

La mia idea di popolo (appartengo ad una minoranza che non ha particolare simpatia per questo concetto e soprattutto per quello che pare essere la sua degenerazione più in voga quale il populismo)  ne resta perplessa.

Guardo su wikipedia il termine popolo. Ci sono delle ambiguità concettuali e allora accolgo la definizione riportata nella Dichiarazione Universale dei Diritti Collettivi dei Popoli (CONSEU – Barcellona, 27 Maggio 1990), ove si afferma:
“Ogni collettività umana avente un riferimento comune ad una propria cultura e una propria tradizione storica, sviluppate su un territorio geograficamente determinato (…) costituisce un popolo.
Ogni popolo ha il diritto di identificarsi in quanto tale.
Ogni popolo ha il diritto ad affermarsi come nazione.”

Mi domando se esiste un riferimento comune, una propria tradizione storica, una propria cultura e in che cosa si sostanzi questa tradizione e questa cultura. Mi sembra che tutta la tematica sia vissuta in modo emotivo piuttosto che serio. Emotivamente siamo al “viva Venezia viva san Marco evviva le glorie del nostro leon” ma oltre a questo? la lingua?  si dice che il veneziano possa titolarsi come una vera lingua, e sia, ma in realtà abbiamo una quantità di dialetti che vanno dal rovigoto al bellunese con tutte le inflessioni quasi condominiali, ma perchè il trentino non è un dialetto veneto?  la cultura? che abbiamo espresso oltre a Goldoni, Gallina, Camon e qualche altro? e quale scrittore o intellettuale oggi accetta di dirsi “veneto” e portatore di una cultura veneta?  Tradizioni? ma cosa, il palio di Noale o la regata storica di Venezia?

Bene, con questo bagaglio comune possiamo aspirare ad essere la grande nazione veneta!

A me pare che forse il partito democratico veneto, invece che stare a discutere dentro un consiglio regionale o una qualche commissione per la redazione di uno statuto, dovrebbe fare una battaglia con una qualche visione anche più larghetta… tanto comunque vincerà la posizione più becera ma almeno avremo dato una prospettiva a chi questa limitazione culturale sta stretta come un cappio al collo… Forse la cultura la si fa anche con lo scambio di idee, con le provocazioni intellettuali e con qualche cosa che non sia lo stereotipo di una dibattito asfittico e senza alcun contenuto serio. E mi accorgo che mi sto incazzando dentro…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | 6 Comments »