attila

la grande depressione

chi sono

Attila era fuoco, vento e tempesta. Era anche lacrime e sangue. Era un vero barbaro. Dove lui passava non cresceva più l’erba. Così ce l’ha tramandato la Storia ed io ho ammirato, segretamente, quest’uomo. Poi sono venuti i tempi odierni… Mezze calzette, opportunisti, pressapochisti però, troppo spesso, anche dopo il loro passaggio non cresce più l’erba… Come mai? Ma semplice, hanno gettato idrocarburi, pesticidi e diossine (o forse più semplicemente se la sono fumata..). Alla fine il risultato è lo stesso. Attila era solo la versione eroica dei nostri attuali “arrivati”.

Raramente emerge l’eccellenza, più facilmente emerge un parolaio inetto che parla di eccellenza… E’ a lui che guardo oggi con ammirazione. Vorrei emularlo, seguire il suo esempio ed essere capace di questa doppiezza …. vorrei essere un novello barbaro e lasciare dietro di me una striscia di distruzione, come la bava di una lumaca.

Vaiattila è una esortazione a non fermarsi e ad avanzare nel processo iniziatico che vede il giovane frustrato che io ero dirigersi a passi certi verso una affermazione di sè che camminerà, felice, sulle carcasse dei suoi simili….

Tutto questo, ovviamente, è pura finzione.

In realtà sono un bravo ragazzo attempato, che guarda al mondo ostentando un qualche distacco e che non riesce, ancora, a non incazzarsi di fronte a tutte le meschinerie che vede…

mi chiamo marco e di cognome faccio mantovan… ho quasi sessant’anni  e non me ne sono accorto…

Che l’ignavia sia con te!

Annunci

11 Risposte to “chi sono”

  1. PAOPIO said

    BRAVO
    PAOLA

  2. dangereoux said

    metal fratello.
    ora vediamo di cosa parli e come la pensi.

  3. Mauri said

    Cavolo mi piace da matti questo blog, finalmente uno che gli fuma il cervello e non solo le palle. Non so se rendo.

  4. Helena said

    Per caso, cercando qualcosa su Brunetta e la sua innovativa idea sulla produttività dei pubblici dipendenti (25% – 50% – 25%) ho trovato questo blog.
    Bravo Attila, mi piaci.
    Ironia con concretezza.
    Luci di chiarezza e di questi tempi….

    Elena

  5. Grazia said

    Ciao coetaneo, coevo, colettore di noisefrom…, non conterraneo perchè sono emiliana. Mi ritrovo in quello che dici, ti leggo volentieri e te lo dico.
    Buon anno
    Grazia

    • vaiattila said

      Grazie, anche se non lo merito. Ormai solo il mio cavallo mi capisce, lui che divide con me la gioia delle corse nell’aria e come me non sopporta la nebbia….

  6. Grazia said

    Ah dimenticavo. Il mio patrono per sottrarre ad Attila la sua città e se medesimo ha inventato la nebbia ed è diventato perciò santo. Tienitelo per detto.
    Ciao G.

  7. Buongiorno, chiedo gentilmente se posso utilizzare l’illustrazione (articolo brunetta) mosè apre le acque
    per un concorso di design.

    Grazie, simone Rissone

    • vaiattila said

      L’immagine non è mia. E’ presa da internet e come tutte le cose di internet è riproducibile citando l’autore. Nel caso di quell’immagine io non ho trovato l’autore e quindi l’ho utilizzata e basta…forse dovresti semplicemente indicare che l’immagine non è tua ma è presa da internet…però questo non è un parere tecnico sui diritti d’autore, Anzi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: