attila

la grande depressione

chi sono

Attila era fuoco, vento e tempesta. Era anche lacrime e sangue. Era un vero barbaro. Dove lui passava non cresceva più l’erba. Così ce l’ha tramandato la Storia ed io ho ammirato, segretamente, quest’uomo. Poi sono venuti i tempi odierni… Mezze calzette, opportunisti, pressapochisti però, troppo spesso, anche dopo il loro passaggio non cresce più l’erba… Come mai? Ma semplice, hanno gettato idrocarburi, pesticidi e diossine (o forse più semplicemente se la sono fumata..). Alla fine il risultato è lo stesso. Attila era solo la versione eroica dei nostri attuali “arrivati”.

Raramente emerge l’eccellenza, più facilmente emerge un parolaio inetto che parla di eccellenza… E’ a lui che guardo oggi con ammirazione. Vorrei emularlo, seguire il suo esempio ed essere capace di questa doppiezza …. vorrei essere un novello barbaro e lasciare dietro di me una striscia di distruzione, come la bava di una lumaca.

Vaiattila è una esortazione a non fermarsi e ad avanzare nel processo iniziatico che vede il giovane frustrato che io ero dirigersi a passi certi verso una affermazione di sè che camminerà, felice, sulle carcasse dei suoi simili….

Tutto questo, ovviamente, è pura finzione.

In realtà sono un bravo ragazzo attempato, che guarda al mondo ostentando un qualche distacco e che non riesce, ancora, a non incazzarsi di fronte a tutte le meschinerie che vede…

mi chiamo marco e di cognome faccio mantovan… ho quasi sessant’anni  e non me ne sono accorto…

Che l’ignavia sia con te!

11 Risposte to “chi sono”

  1. PAOPIO said

    BRAVO
    PAOLA

  2. dangereoux said

    metal fratello.
    ora vediamo di cosa parli e come la pensi.

  3. Mauri said

    Cavolo mi piace da matti questo blog, finalmente uno che gli fuma il cervello e non solo le palle. Non so se rendo.

  4. Helena said

    Per caso, cercando qualcosa su Brunetta e la sua innovativa idea sulla produttività dei pubblici dipendenti (25% – 50% – 25%) ho trovato questo blog.
    Bravo Attila, mi piaci.
    Ironia con concretezza.
    Luci di chiarezza e di questi tempi….

    Elena

  5. Grazia said

    Ciao coetaneo, coevo, colettore di noisefrom…, non conterraneo perchè sono emiliana. Mi ritrovo in quello che dici, ti leggo volentieri e te lo dico.
    Buon anno
    Grazia

    • vaiattila said

      Grazie, anche se non lo merito. Ormai solo il mio cavallo mi capisce, lui che divide con me la gioia delle corse nell’aria e come me non sopporta la nebbia….

  6. Grazia said

    Ah dimenticavo. Il mio patrono per sottrarre ad Attila la sua città e se medesimo ha inventato la nebbia ed è diventato perciò santo. Tienitelo per detto.
    Ciao G.

  7. Buongiorno, chiedo gentilmente se posso utilizzare l’illustrazione (articolo brunetta) mosè apre le acque
    per un concorso di design.

    Grazie, simone Rissone

    • vaiattila said

      L’immagine non è mia. E’ presa da internet e come tutte le cose di internet è riproducibile citando l’autore. Nel caso di quell’immagine io non ho trovato l’autore e quindi l’ho utilizzata e basta…forse dovresti semplicemente indicare che l’immagine non è tua ma è presa da internet…però questo non è un parere tecnico sui diritti d’autore, Anzi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: