attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘marrazzo’

Marrazzo chiede perdono al Papa

Posted by vaiattila su 26 novembre 2009

Il buon Pietro, pentito delle sue debolezze, ci fa sapere di essersi rivolto al Papa per vedere assolti i suoi peccati…!

Vada tranquillo, sarà perdonato!

che spettacolo avvilente… peggio il taccone del buco….

 

Annunci

Posted in varie | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

il caso Marrazzo

Posted by vaiattila su 26 ottobre 2009

Il caso Marrazzo continua a tenere banco.

A desta, a sinistra. Si discute della questione con una passione degna di miglior argomento. Eppure è su questo che dibattiamo. Ne facciamo un fatto di costume, di morale, di chiacchiera, di politica, di questo e di quello.

Un fatto strettamente personale potrebbe essere letto semplicemente come un fatto strettamente personale. Ma a questo punto non avemmo nulla da dire: sono fatti suoi. Invece in un fatto come quello di Marrazzo ci possiamo mettere di tutto: il sesso, la corruzione, la politica, gli affari, i sentimenti, la droga.  Possimo tranquillamente inventare, interpretare, sputtanare,  disquisire di politica di arte  di astrofisica di sessuologia di morale.

C’è chi anche azzarda una sorta di parallelismo con il caso di Berlusconi. Ma chi tenta una cosa del genere non può che fermarsi su una strada senza uscita. Nno c’è alcuna similitudine tra Marrazzo e Berlusconi (e qua mi smentisco perchè anch’io avevo insinuato che Marrazzo stesse studuando da Presidente del Consiglio:..). Berlusconi, anche quando va con le prostitute, lo fa per cominicarci la propria potenza, l’essere il superuomo che ci guida sicuro fuori dal guado. A questa potenza della natura noi dobbiamo tributare un giudizio che non può fermarsi al quello normale: lui normale non è. Le nostre leggi sia civili, che penali che morali non sono in grado di essere applicate a questo unto del signore. Chi è al di là del bene e del male risponde a meccaniche del tutto diverse da quelle normali. Noi dobbiamo solo capire questo ed accettare la sospensione del giudizio: non è alla nostra portata.  Infatti appena qualcuno si azzarda a dare delle vicende del presidente del Consiglio una interpretazione normale, subito si leva il coro dei suoi sacerdoti a ricordarci che i disegni di dio sono imperscrutabili, mentre dalle caserme si leva uno sferragliare d’armi e dai tribunali si leva la voce, leggermente sgnanfa, dell’avvocato di dio…

Marrazzo, poverino, è uno di noi e allora si dia la stura alle nostre geniali interpretazioni.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

marrazzo – mastella – l’informazione

Posted by vaiattila su 23 ottobre 2009

Quando comnciai a lavorare non esisteva ancora il divorzio. 

L’Italia era bacchettona come non mai, i comunisti avevano appena finito di mangiare i banbini, in chiesa gli uomini stavano da una parte e le donne dall’atro lato, e queste portavano il fazzoletto nero in testa…..

Si inveiva contro i democristiani forchettoni e i “capelloni” erano guardati con sospetto.

Quando cominciai a lavorare in un ente che faceva un 4000 dipendenti, le “tresche” tra uomini e donne erano sussurrate… si “vociferava” sottovoce…. e tutto rientrava nella sfera del privato. Da confessare al prete che ogni tanto tuonava dal pulpito contro contro il degrado morale e contro la donna tentatrice…. e via col rispetto della famiglia…. io non andavo in chiesa, ma i riferimenti, anche se general generici, arrivavano ache fuori dalla chiesa.

Peggio o meglio di oggi? nno è un problema ma dietro alle prime pagine di Marrazzo ricattato rinasce il gusto della pruderie. Marrazzo…. anche lui!?

Marrazzo e … chi sarà mai?   ma anche un lontano riverbero: Silvio?

Ecco: tutto questo è spendido. Potremmo discutere per mesi su morale, etica, corna. escort. E poi destra, sinistra, e tutto il resto… Marrazzo ha fatto qualche assessore dal nulla? una compiacente assessore dal sorriso smagliante…e dalle misure opportune.

Marrazzo una sua venetta di moralismo ce l’ha.

Ma anche l’altro mostro oggi in prima pagina, il prode Clemente con signora, rimanda al passato. Quanti nobili predecessori di Clemente hanno ammesso che sì, a fin di bene e solo per motivi unamitari, ghanno aiutato ora questo, ora quello… ma è del tutto normale e giustamente non capiscono. Ma come? anno aiutato un amico, un conoscente, come farebbe ognuno di noi cin un nostro coinquilino, in ficuno di casa, l’amico del bar….. tut che conosci tizio, non potresti…? Certo tutto solo perchè siamo persone buone, ben dispoiste verso gli altri… chi negherebbe una mano al conoscente?

La signora Santa Mastella fuori dalla Regione? che è: una nuova forma di ostracismo? Una messa al confino? una persecuzione che vede la “diaspora”  della famiglia Mastella?

Clemate a Bruxelles, Santa Mastella raminga per Roma, il figlio da solo sulla Cayenne a scorazzare per Ceppaloni … e tutto per un misero piacere fatto per bonomia ad un con0scente?

che tempi!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

e io marrazzo, e no che non m’arrazzo e non m’arrazzo

Posted by vaiattila su 5 settembre 2008

Statera intervista oggi su Repubblica il governatore del Lazio Pietro Marrazzo. Il quale Pietro ha fatto una pensata di questo tipo: la regione Lazio, che notoriamente ha spiccate capacità imprenditoriali e una grande disponibilità di liquidità, potrebbe entrare nel gruppo di imprenditori per salvare Alitalia.

D’altra parte, sostiene Pietro, per noi l’Alitalia è un po’ come la fiat per il Piemonte. E dunque? il ragionamento non fa una grinza. Dunqie, in una logica di federalismo, avremo ogni regione d’Italia che invece di far funzionare la sanità invece che programmare il territorio, invece che metteri in piedi norme coerenti e applicabili cercando di migliorare i processi amministrativi e la vita dei propri cittadini, diventeranno imprenditori.

Abbiamo già servizi pubblici retti da società per azioni a totale capitale pubblico che fanno, grazie ad un regime ancora una volta di assoluto monopolio, dei servizi costosissimi e di scarsa qualità… ora abbiamo anche i governatori che dall’alto della loro professionalità manageriale formatasi in ore ed ore di trasmissione televisiva, si permettono di inventarsi anche  imprenditori…

ecco, nella confusione generale, tutto questo è molto intelligente, La regola prima è non fare il proprio lavoro ( che questo non è quasi mai facile da fare bene) ma fare quello degli altri ( che non essendo il nostro lavoro lo possiamo fare anche piuttosto male…. ma tanto mica è nostro!)

Pietro Marrazzo, da cittadino, da democratico, da persona che crede nel principio di responsabilità, ti diffido da perseguire questa avventura utilizzando i soldi dei tuoi cittadini! Guai a te!

e poi… mi costringi a dare ragione a Sajola! che vergogna……..

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »