attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘d’alema’

volare bassi

Posted by vaiattila su 1 febbraio 2011

C’è un uomo che si aggira da anni per l’Italia sempre più disperato.

A tutti quelli che incontra propone la sua soluzione: facciamo una costituente, – mormora, sempre più confuso… facciamo una bella costituente….

lo propose anni fa a Silvio, e là fu chiaro che c’era uno che prendeva per il culo e uno che sbragava tutto il possibile… poi, quello che prendeva per il culo, decise che il gioco era finito, rovesciò il tavolo e se ne andò sbattendo la porta. Il neo costituente rimase solo, sventolando al vento la sua bella proposta… e rimase solo, pateticamente solo. Un generale senza esercito, buono per la pensione, ma ostinatamente convinto che bisognasse fare qualcosa: Si pensò, come ultimo atto di genio, di cambiare l’articolo 117 della Costituzione. Ne dovrebbe rispondere alla Corte di Giustizia dell Aja…. Macchè, nessuno in questo vuoto assurdo di idee e di analisi ha guardato al fondo di quella grande riforma costituzionale fatta per compiacere alla Lega e dalla Lega tranquillamente disprezzata.

Poco importa se da quella riforma è nato uno dei tanti pasticci italioti.

Il nostro continua imperterrito a proporre una nuova costituente. Lui ha il complesso del padre fondatore della repubblica.

Ha varie volte abbozzato ancora con Silvio il Falso, ma Silvio il Falso ha respinto sprezzante l’offerta di diventare padre della Repubblica assieme a lui, Massimo Baffino il Grande.

Ora che Silvio il Falso sta mutando in Silvio il Priapo e le sue quotazioni stanno leggermente calando ( a volte penso che forse Silvio non sia stato un gran Presidente del Consiglio, ma sicuramente è un grande porno attore) Massimo Baffino il Grande si rivolge alla sua destra (Massimo Baffino il Grande ignora l’esistenza della  mano sinistra…)

E senza interloquire con nessuno che bene o male si rifà al suo schieramento, lancia la sua proposta: una fase costituente…con UDC finiani e angoli di deserto…

Ma qualcuno del suo granito partito è d’accordo con lui? Ma questa ameba del PD ha mai avuto un qualche dibattito sul futuro e su come procedere?

L’ organzzazione “partito” è figlia della rivoluzione borghese…. prima dell’ 1800 non esistevano “partiti” poi sono diventati sempre più forti … in Italia comandavano fino quasi alla fine del XX secolo… poi cominicarono altro consorterie…. personali.  Da quella principale di Silvio il Falso fino a quella di Veltroni il Maanche…. per continuare con quella di Casini , Fini, Ruttini, Di Pietro e via dicendo…. PErsonalismi che nascondono spesso comitati d’affari, interessi, gestioni personalistiche e follie varie…Cioè dopo strutture che si richiamavano ad interessi collettivi come potevano essere i partiti della pirma repubblica, si sta delineando una sorta di oligarchia personalistica bene raffigurata, per esempio, dalla gestione politica del comune di Roma fatta da uno  che avrebbe voluto rappresentare la destra sociale e che invece è finito (esattamente come Storace poco prima) per mettere in piedi un sistema di clientes personale buono per dare l’assalto alle strutture dello stato..

Il cosiddetto popolo, quello che da bravi populisti, viene utilizzato semplicemente per essere “interpretato” dal leader di turno di fatto non esiste. E’ una pura finzione che non ha peso e non ha spessore, vive solo nelle parole dell’oratore di turno. Nel fratempo gli eletotri, ossia quelli che si chiamano civilmente “cittadini” non sanno più a che santo votarsi… E cresce l’astensionismo…. non siamo Stato noi!

 

Annunci

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Ah, che gente!!!

Posted by vaiattila su 25 gennaio 2010

Così il grande stratega della sinistra, Massimo Silvio D’Alema ha accolto il risultato elettorale delle primari pugliesi.

Se va avanti così non riuscirà a rifare quel capolavoro di arguzia che fu  la bicamerale. Non si può andare avanti così, rischiamo di non perdere la Puglia.

Guardate a Venezia: loro sì che riusciranno a perdere: Orsoni garantirà il voto del Patriarca e di 17 beghine  amiche della Binetti…Per il resto Brunetta ha la strada spianata… 500 euro ai giovani veneziani che escono di casa! Con questi soldi potranno prendere in affitto una stanza ammobiliata a Venezia dividendola con un loro collega… e poi si diano da fare!!!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

valori cristiani e valori al portatore

Posted by vaiattila su 24 dicembre 2009

Come dice Silvio, parlando del governo,  la nostra azione è pervasa dagli insegnamenti di Cristo.

Dall’opposizione solo parole di guerra, mentre Cicchitto sembra san Francesco che converte il lupo.. Perchè il lupo è infido, è cattivo, è falso, ma lui, con la sua predicazione a volte anche aspra che non si ferma ad assecondare la malvagità per piaggeria, ma la affronta con durezza, riesce a scuotere e turbale il suo interlocutore. D’Alema , per esempio, è scosso… come un cavallo al palio. D’Alema, dietro la sua proverbiale durezza e cattiveria, nasconde un animo sensibile.

Valori cristiani si intravvedono dietro l’azione del Governo. E’ cristo quello che entrò a Gerusalemme su un maiale predicando che là mai avrebbe dovuto sorgere un qualche minareto.. se non altro perchè rovinano il paesaggio, ma è anche il Cristo dell’accoglienza,  colui che ricevette i Re Magi in un centro all’uopo predisposto prima di riaccompagnarli premurosamente a casa loro che notoriamente non si sa dove sia…

Cristo predicava alle genti, amore, compassione, timore di Dio… anche Silvio predica alle genti: tette culi e cazzi vostri… Gli stessi identici valori.

Già questo serva a capire come noi siamo riverenti nei confronti dell’azione governativa, ma non solo. Io personalmente sono riconoscente al governo per quello che materialmente esso mi da.

Sì perchè il governo è venuto concretamente incontro alle esigenze di quelli che come me fanno uno dei lavori più umili e misconosciuti di questa società.

Sono costretto a lavorare nell’ombra, in modo semi clandestino. Ed è una cosa brutta perchè non ci trovo nulla di riprovevole nel mio lavoro… Già il nome: ” spacciatore” rimanda a qualcosa di volgare, di infamante. Eppure il mio è un servizio sociale che dovrebbe essere riconosciuto,  perchè io ho a che fare con soggetti poco raccomandabili, non tanto quelli che mi forniscono la roba , che di solito è gente timorata di dio, ma quelli che si rivolgono a me per avere un po’ di conforto.

E’ gente spesso persa, con frequentazioni particolari ed ambigue… è gente che si rivolge a me in modo nevrotico:  a momenti sembri una specie di salvatore, ma il momento dopo fanno finta di non averti mai visto in vita loro. Gentaglia  imbevuta di moralismo, capaci di tenere una invettiva contro il mondo della delinquenza e delle droghe… e direttamente contro di me…. maledicendomi e augurandomi di finire i miei giorni in galera…

Poi, per fortuna, qualcuno nel governo si ricorda anche di noi, che non abbiamo cittadinanza o visibilità sociale. C’è quancono nel Governo che ogni tanto ci da la sensazione di esserci vicino, di praticare quei sentimenti di solidarietà e di amore che in cuor nostro riconosciamo come universali e positivi.

Ecco, ogni tanto qualcuno ci invita a mettere in regola i nostri patrimoni che con tanto fatica abbiamo accumulato e che l’ipocrisia della società e soprattutto della sinistra, ci costringe a conservare in Svizzera, lontano dagli occhi e lontano dal cuore… Poi san Giulio ci fa un condono fiscale, e con poche lire noi possiamo guardare ancora con fiducia al futuro. E in questo futuro si staglia gigantesca la figura del Cristo, con in suo insegnamento. Ed è lo stesso insegnamento che persegue Silvio nel suo privato: amatevi gli uni con gli altri come io vi ho amato… e via alle orgie!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

il Partito Democratico e il congresso

Posted by vaiattila su 7 luglio 2009

Franceschini_DarioQualcosa si muove dentro il Partito Democratico. Almeno a guardarlo da fuori.bersani

Pelemiche tra Franceschini e Bersani con appoggio mica tanto esterno di D’Alema. Come Lazzaro si avanza anche il buon Veltroni. E poi Rosy, Letta e perfino il grande saggio della montagna: Rutelli.

ognuno formula un suo discorso di alto livello: – Loro (gli altri) sono il vecchio!  –

Poi ci si schiera: vecchie e nuove alleanze. Tutte con piccoli ricatti interni… perchè è chiaro che un partito così ha un grande valore di contenuti e di principi e ognuno si schiera ma deve portare a casa un qualcosa, una promessa, una ipoteca sul futuro…rutelli

Poi ci sono gli ingenui, quelli che in modo intempestivo dichiarano il proprio voto per simpatia: stò con Franceschini, dice la Sarracchiani, ma sulla base di che? non so, forse perchè mi sembra un bravo ragazzo…

E ci stà anche la giovane lobby dei giovani.  Siamo giovani, dice in vecchio Adinolfi, abbiamo diritto di governare… e mi ricorda tanto quei ragazzini viziati cui tutto era dovuto… il giubotto tale, le scarpe talaltre, i jeans così e la bandana colì!

Marino? non è simpatico. Ha il calore umano di un ghiacciolo giù per la schiena.

ignazio marinoDa cattolico, però, professa la laicità… dopo tanti laici proni ai voleri di santa romana chiesa… Sarà vero?

Speriamo.  (odio sperare. Mi sembra proprio che3 quando uno riponga il futuro in un “speriamo”  la situazione sia tragica…)

Va bene, Speriamo nel meno usurato… ma ci siamo guardati attorno? abbiamo visto i vari responsabili a livello locale? dio ce ne scampi… carrierismo, cinismo, stupidità… un dilagare di correnti e una qualche propensione alla moderntità della corruzione….

staremo a vedere…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

D’Alema, ma che brutta cosa…

Posted by vaiattila su 22 ottobre 2008

Massimo d’Alema sarà pure intelligente e abile. Sarà perfino un navigato politico (doppio senso), ma quando definiasce Brunetta “energumeno tascabile” fa una cosa decisamente riprovevole perchè attacca Brunetta sull’unica cosa dove Brunetta è inattacabile. La sua altezza non l’ha certo voluta lui, se l’è ritrovata e provabilmente ha dovuto lottare parecchio per accettarla.

Secondo me ci sono tante e tali cazzate ascrivibili al Ministro, al professore, al politico Brunetta che ricorrere ai suoi difetti fisici per criticarlo è semplicemente una caduta di gusto e l’espressione di una vecchia filosofia un tantino brutta: espressione della eugenetica spartano-nqzistoide con inflessioni popolari di varia derivazione.

il ricorrere all’insulto mettendoci di mezzo i difetti fisici è cosa stupida e profondamente vigliacca. E io sono profondamente indignato per la frase di D’Alema anche perchè mi costringe a solidarizzare con Brunetta.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »