attila

la grande depressione

Archive for febbraio 2008

ospedale di Mestre – come ottenere il contratto di project financing?

Posted by vaiattila su 22 febbraio 2008

viabilita.jpgPasso la mattina sulle otto  lungo la nuova viabilità costruita in funzione del nuovo ospedale.

Ci vuole almento un quanto d’ora per percorrere circa cinque chilometri tra l’ingresso di Zelarino e la rotonda della Castellana. E questo ora che l’ospedale non è ancora in funzione. Viene da pensare a quello che succederà tra breve con l’apertura del nosocomio… il quarto d’ora diventerà mezz’ora,, poi sarà la volta di tutte le nuove lottizzazioni che si affacciano sulla nuova viabilità… abbiamo creato un altro disastro viario, un altra strozzatura risparmiando su un po’ di asfalto e intasando alla grande l’accesso all’ospedale e a Mestre.. guardo a questo ulteriore scempio con il fastidio di chi la sa lunga… e sempre la realtà supera la fantasia…. quando ci si prefigura questi scenari disgraziati non si ha mai la fortuna di essere smentiti dalla realtà: si avverano puntuali come la morte!

e passando dentro questo casino di traffico mi viene sempre la domanda, ma perchè non riesco mai a trovare il contratto in essere tra società di realizzazione dell’ospedale e l’USL? perchè questo contratto non è pubblicato sul sito ed ognuno può farsi una opinione un poco documentata di come funzioneranno le cose?

dobbiamo aspettare silenti che scoppi un giorno uno scandalo per venire in possesso di un atto che dovrebbe essere pubblico?

Forza, tiriamo fuori questo contratto e tutta la storia di questo appalto in project financing…. perchè io personalemnte non ho niente contro il project financing ma se non vedo ho sempre il sospetto di qualce pasticcio …. tipo quello dell’Impregilo con i termovalorizzatori di Napoli… anche là sembrava tutto perfetto…. ma anche tutto troppo segreto…

fuori le carte! i contratti fatti dagli enti pubblici sono atti che devono essere a disposizione di tutti…. per capire, imparare, copiare (se fatti bene) o evitare (se fatti male) e questo al di là di tutto…. trasmigrazione di buone pratiche!

Posted in ospedale | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

il centro serra le file

Posted by vaiattila su 14 febbraio 2008

maiali.jpgIn questa tornata elettorale stanno avvenendo alcune cose interessanti. Per esempio potrebbe succedere che Cuffaro, Clemente, Pierferdi si trovino nello stesso raggruppamento, tutti assieme e senza l’ala protettrice del grande puffo. Sarebbe un armata messa in campo (e c’è bisogno di novità nella politica italiana) direttamente dalla nostra santa conferenza episcopale:  gente di principi, gente che in difesa dei valori crisitani è pronta a sacrificare la vita (quella degli altri). Mi dispiace per Pezzotta, che sembrava essere quantomeno una persona onesta… Poi il nostro grande Pastore Tedesco si lamenta perchè nella costituzione europea non c’è riferimento ai fondamenti cristiani? e va bene tutto, ma perchè non ci mettiamo anche un po di quote rosa?  vedrei bene: il partito dei valoro cristiani (cattolici, apostolici, romanici) di pierferdi, clemente, cuffaro, paris hilton e almeno due altre veline (par condicio).

Posted in varie | Leave a Comment »

waalter…….waalter…….waalter

Posted by vaiattila su 14 febbraio 2008

veltroni3.jpgIeri sera ho guardato Walter a Porta a Porta. Continua il mal di schiena, ma nonostante questo l’ho guardato con un senso di rispetto crescente…. Non per fede, ma per la prima volta quello che sentivo dire sulle cose che riguardano l’economia o toccano la pubblica amministrazione, uscivano dal generico ed assumevano precisi connotati discriminanti… il principio di responsabilità, il rischio di assumere decisioni e di risponderne… per chi non ha a che fare con i meccanismi amministrativi questo può non sembrare così importante… ma santo cielo aveste voi a che fare ogni giorno con la melassa della pubblica amministrazione dove nessuno è responsabile e dove tutti si coprono dietro  pretesti assurdi… Per la prima volta ho un barlume di speranza!

Posted in varie | Leave a Comment »

terra!

Posted by vaiattila su 13 febbraio 2008

oggi ho mal di schiena.

“Beh, chi se ne frega” dirà chi capita dentro questo blog senza sapere che un blog altro non è che una sorta di diario intimo, dove uno può buttare i propri pensieri e le proprie sensazione con assoluta onestà.. in un mondo che ama il trasch cosa c’è di più interessante che le miserie di un diario intimo?

Allora. Io oggi ho mal di schiena e la cosa mi dispone male. Avevo aperto questo post per inneggiare al Cavaliere che ha settantue anni e ne dimostra trentacinque. Ho visto per un attimo la sua immagine a porta a porta… ho subito girato perchè anche ieri sera avevo mal di schiena ed era poco disposto alla carità cristiana (cosa per altro che non possiedo), ma in quell’attimo la vista del suo incarnato, la consisistenza della sua pelle mi hanno rimandato alla mente l’immagine di mia zia Emma mentre la chiudevano nella bara.. Ma zia Emma (che in realtà era mia prozia) era prossima ai novantanni…. Non me ne voglia, zia Emma.  L’associazione di idee mi è partita del tutto involontariamente e non ho assolutamente voluto mancarle di rispetto..

Però qualcuno deve avere il coraggio di far presente a Silvio che quella non è l’incarnato di uno che ha 35 anni. A voler essere buoni quello è il classico incarnato di uno che ha 72 anni e non vuole cedere all’evidenza di avere 72 anni… è come una vecchia scimmunita di 72 anni che si mette in minigonna e va a fare la cubista.

MA ecco, il mal di schiena… non ho voglia di scrivere. vedendo le statistiche sul blog mi accorgo che esiste sempre qualcuno che arriva qua cercando terre e rocce, discarica, prezzi di conferimento…. me li vedo…. vedo la confusione di chi si ritrova all’improvviso a parlare di terre e di rocce da scavo per la prima volta… ma noi abbiamo sempre scavato e nessuno ci ha mai detto niente… progetto? analisi? riutilizzo? smaltimento? 

Poi, per fortuna, ci pensa il decreto legislativo n.4 del 16 gennaio 2008, a mettere anche un “esperto” in difficoltà perchè viene modificato interamente l’articolo 186 del D.Lgs. 163/2006. E la storia continua.

Io, che sono pedante, continuo a ripetere una cosa: ma quando mai si porrà rimedio alle norme sul recupero? chi lo spiega a Pecoraro Scanio che  finchè non si rendono celeri e snelle le norme sul recupero delle terre ogni norma si traduce in un illecito arrichimento dei concessionari di discariche?

ma, come risaputo, Alfonso è un esperto di discariche.

Invece Silvio ha 35 anni!

Posted in varie | Leave a Comment »

ma allora la responsabilità esiste!!?

Posted by vaiattila su 9 febbraio 2008

 ponte-calatrava.jpg

la Nuova Venezia del 8 febbraio 2008 riportava dettagliatamente la notizia che la sezione ispettiva dell’Autorità Nazionale dei Lavori pubblici aveva individuato pesanti carenza progettuali e procedimentali imputabili al progettista ma anche al Responsabile unico del Procedimento ed al Direttore dei lavori.

Le argomentazioni riportate dal quotodino sono circostanziate e fanno intravvedere come, una volta sottoposto ad effettivo controllo, non è così facile paracularsi nel consueto scarica barile di responsabilità, competenze, letterine giustificative, accordi verbali e campionario vario dietro cui si nascondono solitamente le colpe, più o meno dolose, superficialmente o gravemente colpose, che costituiscono il patrimonio genetico del funzionario pubblico.

E questo lo dico dispiacendomi sinceramente per Calatrava, ma anche per i dipendenti comunali coinvolti nella questione perchè, almeno in parte, schiacciati tra irresponsabilità, superficialità e pressioni politiche ed in parte vittime del “si è sempre fatto così”..

Sì, questo è il vero guaio. Penso che, ad essere ottimisti, il 70% degli appalti funziona così, tra varianti in corso d’opera giustificate maldestramente, progetti fatti in fretta e senza costrutto, gestione delle imprese compiacenti o comunque asservite ai meccanismi di ricatto sistematicamente messi in opera (quando, ovviamente, non si entra nel campo della corruzione, cosa che avviene sempre più spesso…)

LA pronuncia della Autorità mette in luce una cosa evidente: è sempre possibile risalire alle responsabilità amministrative (non così a quelle eventualmente penali che son altra cosa). Ma già è tanto. Già sarebbe un criterio per mettere in carreggiata la pubblica amministrazione. Eppure questa pronuncia è così rara nel nostro sistema che indubbiamente c’è da dire che la carenza principale non sta nelle leggi, ma ancora una volta nei controlli. E questo genera una mentalità tutta particolare che bene esprime l’assessora al Lavori Pubblici Mara Rumiz.

Dice la Rumiz in una intervista a commento della pronuncia dell’Autorità che l’appalto non si è interrotto,nonostante ci sia una precisa disposizione di legge che stabilisce che oltre una variate del tot% l’appalto deve essere rimesso a gara, perchè altrimenti i tempi di esecuzione dellopera sarebbero stati ancora maggiori!

Dio, ma quanto è comica! con un ritardi di quattro anni, superiore al doppio del tempo contrattuale d’appalto … ma che va dicendo?

Assessore, sarà che siamo un po’ tutti contaminati dallo spirito della casa della libertà dove si fa un po’ quel cavolo che ci pare, ma credo che una norma di legge perentoria non sia oggetto di libero arbitrio. O la si ottempera o la si viola. O si fa un atto legittimo o uno illegittimo. E non credo che Lei abbia l’autorità di disapplicare le leggi… Questa, in tema di climi elettorali, potrebbe costituire un netto discrimine tra due scheramenti….Lei, da che parte sta?

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | 2 Comments »