attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘bondi’

Bondi.

Posted by vaiattila su 10 maggio 2010

….. corrono voci incontrollate e incontrollabili che l’uomo in qualche modo individuato come soggetto attuatore degli interventi per la sitemazione eegli Uffizi di Firenze( 29 milioni di euri)  sia un tale Miccichè che, essendo un parrucchiere, dovrebbe essere abbastanza portato ad una visione estetica.

Di questa nomina, che agli incompetenti appare assurda, viene data la responsabilità nientepopòdimenoche al ministro Sandro Bondi.

A me pare, invece, del tutto coerente e logica. D’altronde Bondi è ministro della Cultura…

(facile ironia! )

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

liste elettorali: solo burocrazia

Posted by vaiattila su 3 marzo 2010

così dice qualcuno in casa della libertà.

La Russa, grande avvocato riduce la questione a burocrazia… beh, forse non c’è complotto… ma guardare il pelo nell’uovo?  via, non scherziamo!

Il noto amministrativista Renato Schivani, è d’accordo. Guardiamo alla sostanza delle cose, non è possibile escludere il partito di maggioranza per questioni formali…

Cicchitto non ha dubbi: siamo al complotto!

e così Bondi, Verdini e La Russa (questa volta in veste di coordinatore del santo popolo delle proprie libertà)  stilano un comunicato ufficiale: “azione violenta ed illegittima!”

E’ una logica ferrea!

La prossima volta che prendo una multa per divieto di sosta denuncio il vigile per violenza e comportamenti illegittimi nei miei confronti! (tanto a me la multa nessuno me la toglie… e questa è la differenza tra un comune cittadino e un cittadino al di sopra delle regole)

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | 2 Comments »

scontro nel governo su Tremonti

Posted by vaiattila su 23 novembre 2009

Stando a quello che riporta la stampa di oggi, ci sarebbe uno scontro all’interno del governo sulla politica economica. In realtà lo scontro si personalizza e assume le dimensioni di una sorta di contrasto di caratteri… da una parte Giulio, dall’altra gli altri ministri. Tremonti, si sa, ha un caratteraccio. Gli altri ministri ne sono un po’ intimoriti perchè l’aura del ministro dell’ economia è splendente, fulgida, forte e resistente. Allontana per essere contemplata.

Ma chiaramente dal fronte degli altri ministri si avanza uno strano soldato. E’ un uomo senza peli sulla lingua che va dritto al sodo e ci da una chiave interpretativa della questione che lascia senza fiato. Dice Brunetta: “Giulio lo conosco da trent’anni. E’ un geniaccio, ma ha un brutto carattere”.

Ecco il punto: E’ un geniaccio. Giulio Tremonti è un geniaccio. MA questo è un governo di geniacci. Brunetta stesso, per definizione, è un geniaccio che forse non conseguirà (per colpa nostra che lo abbiamo voluto al governo) il nobel per l’economia, ma che sicuramente potrà aspirare ad un posto nella storia come futuro rifondatore della Serenissima repubblica di Venezia.

Al Governo c’è anche un ministro come Sacconi che potrà fregiarsi, forse, del nobel per la medicina avendo debellato, sul nascere, la nuova peste del millennio, l’influenza H1N1. Certo, pare che il nobel lo dovrà dividere con Topo Gigio, che però se lo merita.

E c’è anche un altro genio come Bondi. Poeta e genio. Basta ricordare i versi dedicati alla moglie

dolcissimo padre
amore unico
corazza dello spirito
roccia di lava
anima fuggitiva

Subito dopo la moglie chiedeva il divorzio (ma c’è un ministro di questa Repubblica fondata sulla famiglia che non abbia divorziato negli ultimi cinque anni?)

Torniamo al tema. Berlusconi, da novello principe splendente, ha radunato attorno al tavolo governativo i migliori spiriti del nostro tempo. E’ il nuovo rinascimento che trova in Silvio il Magnifico l’unico in grado di far convivere un consesso di personalità così eccelse. Ma è in parte anche il limite di questo governo: troppo genio spesso entra in fibrillazione.

Se andiamo al passato non possiamo che notare come la copresenza nella stessa città di persone del tutto fuori dal normale quali Michelangelo e Leonardo sia stata occasione di scontri e contumelie. E per il passato la Storia ha avuto una qualche riguardo per il genere umano facendo sì che il più delle volte i geni apparissero ogni tanto, in secoli lontani o in luoghi lontani, proprio per impedire una sovraeccitazione intellettuale.

Di questi tempi, per altro così bisognevoli di intelligenza, l’Astuzia della Ragione, ha messo in campo, contemporaneamente alcune delle teste più belle che il genere unano abbia concepito: i geniacci, appunto.

D’altra parte sono periodi strani sotto anche altro profilo. Abbiamo un numero di santi mai raggiunto nei secoli passati. Una quantità di eroi che mai si è visto nella storia e chiaramente, poi, abbiamo anche qualche disfattista (sempre meno, per fortuna) che osa parlare di caduta di valori.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »