attila

la grande depressione

Archive for ottobre 2009

La crisi è finita. Viva la crisi!

Posted by vaiattila su 29 ottobre 2009

da agosto 2008, cioè da più di un anno, il nostro Presidente del Consiglio, dottor Silvio Escot Berlusconi, ci racconta con convinzione che la crisi è passata. Le intonazioni cambiano leggermente: a volte si parla di “luce in fondo al tunnel”  o di crisi passata o di crisi che da noi, qui nella nobile e geniale Italia, non si è sentita perchè la saggezza e la sagacia dei nostri governanti hanno fatto un miracolo riuscendo dove tutti gli altri, quelli che ci hanno messo miliardi di euro e di provvedimenti, non sono riusciti.

Da noi la crisi è stata assolutamente indolore. Sì, qualche preoccupazione in più, ma un fatto solo psicologico dovuto alla pessima pubblicità di una opposizione che sperava di cavalcare un malcontento che, a conti fatti, si limita ad una esigua minoranza, che potremmo definire, fisiologica ( anche se costituita quasi eslusivamente da magistrati comunisti).

Alla voce dell’uomo che ha permesso questo miracolo, si è aggiunta ieri anche quella del Presidente della Repubblica, persona  che a suo tempo appartenne ad altro schieramente politica, ma che oggi incarna a pieno titolo il ruolo di garante del dettato costituzionale.

Egli, il Presidente della Repubblica, non più tardi di ieri, in un intervento ufficiale ha dato alcuni segni di speranza…. dicendo che sì, nota che c’è un qualche interesse per il finanziamento di attività di ricerca e che nota anche un grande impegno del governo nel  prodigarsi per una riforma della pubblica amministrazione.

Devo dire, con molta tenerezza, che il Presidente mi ricorda una mia cara zia… l’ultima volta che l’ho vista aveva dei momenti di confusione, di smarrimento… A tratti mi dava del “lei” e mi aprostrofava chiamandomi “caro signore”… Ma zia, le dicevo… sono io.. Eh, sì, caro signore, mi rispondeva lei, anch’io sono io….

 

 

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

Rutelli se ne va.

Posted by vaiattila su 27 ottobre 2009

Siamo tristi perchè Rutelli se ne va.

Il PD avrà un contraccolpo di quelli pesanti: rischierà di vincere!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

il caso Marrazzo

Posted by vaiattila su 26 ottobre 2009

Il caso Marrazzo continua a tenere banco.

A desta, a sinistra. Si discute della questione con una passione degna di miglior argomento. Eppure è su questo che dibattiamo. Ne facciamo un fatto di costume, di morale, di chiacchiera, di politica, di questo e di quello.

Un fatto strettamente personale potrebbe essere letto semplicemente come un fatto strettamente personale. Ma a questo punto non avemmo nulla da dire: sono fatti suoi. Invece in un fatto come quello di Marrazzo ci possiamo mettere di tutto: il sesso, la corruzione, la politica, gli affari, i sentimenti, la droga.  Possimo tranquillamente inventare, interpretare, sputtanare,  disquisire di politica di arte  di astrofisica di sessuologia di morale.

C’è chi anche azzarda una sorta di parallelismo con il caso di Berlusconi. Ma chi tenta una cosa del genere non può che fermarsi su una strada senza uscita. Nno c’è alcuna similitudine tra Marrazzo e Berlusconi (e qua mi smentisco perchè anch’io avevo insinuato che Marrazzo stesse studuando da Presidente del Consiglio:..). Berlusconi, anche quando va con le prostitute, lo fa per cominicarci la propria potenza, l’essere il superuomo che ci guida sicuro fuori dal guado. A questa potenza della natura noi dobbiamo tributare un giudizio che non può fermarsi al quello normale: lui normale non è. Le nostre leggi sia civili, che penali che morali non sono in grado di essere applicate a questo unto del signore. Chi è al di là del bene e del male risponde a meccaniche del tutto diverse da quelle normali. Noi dobbiamo solo capire questo ed accettare la sospensione del giudizio: non è alla nostra portata.  Infatti appena qualcuno si azzarda a dare delle vicende del presidente del Consiglio una interpretazione normale, subito si leva il coro dei suoi sacerdoti a ricordarci che i disegni di dio sono imperscrutabili, mentre dalle caserme si leva uno sferragliare d’armi e dai tribunali si leva la voce, leggermente sgnanfa, dell’avvocato di dio…

Marrazzo, poverino, è uno di noi e allora si dia la stura alle nostre geniali interpretazioni.

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

le dimissioni di Marrazzo

Posted by vaiattila su 25 ottobre 2009

A me Marrazzo non sta troppo simpatico.

L’ho sempre visto demagogico e populista e, tanto per cambiare, pure ambizioso.

Poi i fatti: è stato scoperto mentre studiava da Presidente del Consiglio, ma, alla prova dei fatti, è risultato semplicemente un imitatore di Lapo…

a lui la mia solidarietà per le dimissioni

Posted in varie | Leave a Comment »

marrazzo – mastella – l’informazione

Posted by vaiattila su 23 ottobre 2009

Quando comnciai a lavorare non esisteva ancora il divorzio. 

L’Italia era bacchettona come non mai, i comunisti avevano appena finito di mangiare i banbini, in chiesa gli uomini stavano da una parte e le donne dall’atro lato, e queste portavano il fazzoletto nero in testa…..

Si inveiva contro i democristiani forchettoni e i “capelloni” erano guardati con sospetto.

Quando cominciai a lavorare in un ente che faceva un 4000 dipendenti, le “tresche” tra uomini e donne erano sussurrate… si “vociferava” sottovoce…. e tutto rientrava nella sfera del privato. Da confessare al prete che ogni tanto tuonava dal pulpito contro contro il degrado morale e contro la donna tentatrice…. e via col rispetto della famiglia…. io non andavo in chiesa, ma i riferimenti, anche se general generici, arrivavano ache fuori dalla chiesa.

Peggio o meglio di oggi? nno è un problema ma dietro alle prime pagine di Marrazzo ricattato rinasce il gusto della pruderie. Marrazzo…. anche lui!?

Marrazzo e … chi sarà mai?   ma anche un lontano riverbero: Silvio?

Ecco: tutto questo è spendido. Potremmo discutere per mesi su morale, etica, corna. escort. E poi destra, sinistra, e tutto il resto… Marrazzo ha fatto qualche assessore dal nulla? una compiacente assessore dal sorriso smagliante…e dalle misure opportune.

Marrazzo una sua venetta di moralismo ce l’ha.

Ma anche l’altro mostro oggi in prima pagina, il prode Clemente con signora, rimanda al passato. Quanti nobili predecessori di Clemente hanno ammesso che sì, a fin di bene e solo per motivi unamitari, ghanno aiutato ora questo, ora quello… ma è del tutto normale e giustamente non capiscono. Ma come? anno aiutato un amico, un conoscente, come farebbe ognuno di noi cin un nostro coinquilino, in ficuno di casa, l’amico del bar….. tut che conosci tizio, non potresti…? Certo tutto solo perchè siamo persone buone, ben dispoiste verso gli altri… chi negherebbe una mano al conoscente?

La signora Santa Mastella fuori dalla Regione? che è: una nuova forma di ostracismo? Una messa al confino? una persecuzione che vede la “diaspora”  della famiglia Mastella?

Clemate a Bruxelles, Santa Mastella raminga per Roma, il figlio da solo sulla Cayenne a scorazzare per Ceppaloni … e tutto per un misero piacere fatto per bonomia ad un con0scente?

che tempi!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Brunetta: otto su dieci sono soddisfatti della PA

Posted by vaiattila su 22 ottobre 2009

Ogni tanto faccio un incursione sul sito del Ministrero dell Funzione Pubblica oppure sul blog del Ministro stesso. Ogni volta ci resto male. PErchè? mah, forse per invidia. Sì, io quell’uomo lo  invidio per come è, per quello che pensa e per quello che fa. 

Questo sentimento di invidia mi impedisce un giudizio imparziale, mi impedisce di plaudire alle idee e alle realizzazioni di questo grande rivoluzionario, uno che partendo da una situazione di grande svantaggio è riuscito ad essere apprezzato come una specie di grande economista, che avrebbe sicuramente avuto accesso al nobel e che invece per puro spirito di sacrificio ha deciso di servire il suo popolo e fare il ministro. E’ nello schieramento di centro destra, ma lui continua ad essere socialista. Cosa sia poi il socialismo brunettiano non è ancora dato sapere. Non è quello che stavo per scrivere… ossia il puttanaio delle feste di De Michelis (innocenti festicciole di ragazzi cresciuti) in cui il giovane Professore volontario cercava , senza riuscirci, di rimorchiare….quello non è il socialismo brunettiano. L’idea di socialismo in Brunetta è un po’ come l’idea di pubblica amministrazione. Un qualcosa di indefinito, mutevole, umorale, un qualcosa che serve esclusivamente a rappresentare le istanze pulsionali ministeriali.

Sul blog del Ministro due notizia una sotto l’altra. Una dice: in questi ultimi mesi l’assenteismo è cresciuto del 22%.. la lotta contro i fanulloni continua… l’altro dice che l’80% dei cittadini è soddisfatto della pubblica amministrazione….

Non mi hanno mai apassionato le bubbole misisteriali sulla lotta all’assenteismo senza che esista l’ombra di una riforma seria della PA… è come voler combattere l’innalzamento della temperatura terrestre con una serrata lotta al tabagismo. (combattere il tabagismo è giusto, ma non incide nulla sul riscaldamento terrestre). Il ministro ci ha fatto invece credere proprio questo.

Ma la cosa drammatica è la seguente

 Roma, 22 s”et. (Adnkronos) – Più di otto cittadini italiani su dieci si dichiarano soddisfatti per i servizi erogati dalla pubblica amministrazione direttamente allo sportello. E’ quanto emerge dalla rilevazione del ministero della P.A. attraverso il sistema degli ‘emoticon’ (le faccine), attivo da cinque mesi e che ha raccolto più di 560mila giudizi dai cittadini.”

le faccine?  otto su dieci? soddisfatti?

ecco quello che invidio di Brunetta: la spudoratezza! un altro al posto suo si sarebbe quantomeno vergognato della propria spudoratezza.  Lui no. Sbandiera queste trovate ridicole come il segno di una modernità adolescenziale…. le faccine, gli sms, facebook, e via dicendo…in un tripudio di vuoto e di incomprensone dei meccanismi di funzionamento della PA.

E la smettesse, una buona volta,  di passare le notti a mandare faccine al sito del ministero…

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Santa Mastella

Posted by vaiattila su 21 ottobre 2009

E’ incredibile l’accanimento con cui la magistratura perseguita questa povera donna!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

Napolitano: voi non lo sapete….

Posted by vaiattila su 4 ottobre 2009

Napolitano, firmando quello che è lo scudo fiscale di Alberto da Giussano, ci viene a raccontare la fiaba dell’orso.

Presidente! Presidente! non cada anche lei nell’errore di crederci tutti, ma proprio tutti, dei cretini! Lei dice che non firmare non ha senso perchè poi il parlamento rivota la legge così come sta e lei, come afferma la Costrituzione, è costretto a firmarla… ma mentre dice questo, che noi sappiamo che è anche vero, lei fa un grave torto alla nostra intelligenza.

Infatti, Presidente, lei dice: “Se non firmo oggi il Parlamento vota un’altra volta la stessa legge ed è scritto che a quel punto io sono obbligato a firmare. Questo voi non lo sapete? Se mi dite non firmare, non significa niente”. (così virgolettato riporta la stampa…) Come si permette,  Signor Presidente, di insinuare che noi non conosciamo la Costituzione?! Come si permette di affermare che una mancata firma del Presidente nno significhi nulla? Significa, eccome!

Signor Presidente, in un parlamento che vota questa legge orribile con pochi voti di scarto, con onerevoli che si turano il naso per votare una legge infame e alcuni che si scordano di presenziare alla riunione della camera la sua mancata promulgazione della legge avrebbe un siginficato morale enorme. Certo, il parlamento la potrebbe votare di nuovo, ma almeno che si sappia che il custode della costituzione ha detto che la legge non è propriamente decente….

E questo non è nulla, secondo lei?

Presidente, c’è poi il fatto che lei ci dà degli ingnoranti… e no!  Presidente, questo non lo possimo accettare… noi la costituizione la conosciamo e perfino fu oggetto delle nostre tesi di laurea…

anzi se vuole le diamo alcune ripetizioni in materia…..

che brutta figura… signor Presidente!

poteva risparmiarsi almeno questa supponenza!

Ah, lei chiede chi siamo noi?

Noi siamo quelli sfigati che si prendono le mazzate sui denti, quelli che nei palazzi del potere non ci sono mai andati, quelli che vanno in piazza a difendere la libertà di stampa, quelli che sono preoccupati per come sta andando questa nostra italitta..quelli che crescono i figli cercando di dare loro un qualche valore ed un qualche senso di rispetto per le regole e per gli altri…e che si rendono conto che stanno insegnondo a loro a diventare dei perdenti…

merda! Signor presidente, ora mi ha fatto proprio incazzare!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

passa lo scudo fiscale

Posted by vaiattila su 2 ottobre 2009

se i deputati del PD fossero stati tutti in aula il provvedimento che regala l’impunità a chi sistematicamente si beffa del fisco, ricicla denaro, traffica ed altro… non sarebbe passato.

Certo la responsabilità politica di un tale provvedimento è tutta del governo e delle forze che sostengono questa maggioranza… Ma ciò non toglie che i signori deputati del PD che non erano in aula dovrebbero rassegnare le loro dimissioni. se ne vadano ….se hanno ancora un po’ di dignità……

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

sono indignato!

Posted by vaiattila su 2 ottobre 2009

lui è là che sorride coperto da uno strato di cerone..

perchè sorride?

lui le parla dei suoi successi, mentre nell’aria si diffondono le note di “per fortuna che Silvio c’è!”

lei è seria come un pierrot.

Lui, gentile, le chiede cosa la affligge e lei racconta la drammatica storia di suo padre suicida… l’agriturismo… i permessi non concessi…. le opere abusive….

lui le sorride…

sullo schermo le immagini di lui che parla a G8, che stringe la mano ad Obama, che fa le corna a Sarcò (ignaro che Carlà abbia  un debole per lui), che bacia la mano al papa, che bacia uno stalliere di passaggio, che parla all’ONU, che consegna case…

lei continua a raccontare le sue vicende disastrose e pietose… perchè a lei non è dato fare abusivisimi? perchè a lei è negato ogni diritto naturale come quello di essere eletta al parlamento europeo, costruire sulle aree demaniali, dover sottoporre i suoi diritti di libera cittadina a delle leggi becere e illiberali?

lui la capisce. E’ una comprensione che va nel profondo: è vero, costruire sui beni del demanio è un diritto naturale, non dovremmo essere così vessatori… anche mandare una bella ragazza al parlamento è sempre meglio che mandare un vecchio trombone… Vuoi mettere? …. pensa… dicono che frequento poco le camere… certo se non fosse per qualche ragazza che ho portato io ci sarebbe da aver paura ad entrare in quelle aule sorde e grigie… pensa che bello sarebbe entrare al parlamento ed essere accolto da una schera di ragazze giovani e belle… tutte con i loro vestitini neri, ornate di farfalline….Allora si che andrei al parlamento…

lui, tenero, le promette un posto da deputato

lei insiste. non ne me frega niente di fare il deputato…. io nella vita ho una missione che è quella di terminare il lavoro di mio padre… morto suicida per colpa di uno stato opresivo, illiberale e schifosamente padrone…

lui la capisce… anche lui è contro questo stato illiberale, opprimente, triste, pieno di regole e leggi che non consentono sviluppo, gioia divertimento…

tutto questo divide l’Italia, ne indigna una parte per un motivo un altra per un altro… siamo un popolo di indignati!

lui sorride….

PEr fortuna che c’è Belpietro che incalza severo e non molla l’osso come un moderno Savonarola… chi le da i soldi a lei? chi la paga? quali sono i suoi redditi? …..dietro si affacciano ipotesi di complotti: D’Alema? Franceschini? Di Pietro?

chi la paga? Da dove le arrivano i soldi?

chi sono i suoi clienti?

detta tra noi…. : mi sembra tutta una vicenda di alto livello….

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »