attila

la grande depressione

Posts Tagged ‘interpretazione autentica’

interpretazione autentica dell’art. 90 della Costituzione

Posted by vaiattila su 6 marzo 2010

ai sensi dell’art. 90 della Costituzione “Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni,….”

Tale assunto deve interpretarsi autenticamente, stanti i poteri del Presidente del Consiglio, in senso letterario. Pertanto essendo  irresponsabile per definizione, i poteri del presidente della repubblica possono essere assunti, senza ulteriori formalità, dal presidente del Senato.

Annunci

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consiglio dei Ministri: interpretazione autentica art. 319 codice penale

Posted by vaiattila su 6 marzo 2010

Il Consiglio dei Ministri, riunito in seduta ristretta a Palazzo Grazioli, ascultate alcune consulenti sulle questioni relative alla corrutela  ed in particolare vista l’erronea interpetazione avanzata senza motivazione da alcuni magistrati inquirenti e da anche qualche stronzo magistrato giudicante,

visto l’articolo 319 del codice penale che definisce il reato di corruzione come segue: “Il pubblico ufficiale, che, per omettere o ritardare o per aver omesso o ritardato un atto del suo ufficio, ovvero per compiere o per aver compiuto un atto contrario ai doveri di ufficio, riceve, per se’ o per un terzo, denaro od altra utilita’, o ne accetta la promessa, e’ punito con la reclusione da due a cinque anni (1) .

Visto che alcuni magistrati stanno perseguitando degne persone ritenendo che esse siano oggetto di corruzione, e visto che l’articolo suddetto è assolutamente condivisibile, mentre però l’uso della magistratura è sviato da una cattiva interpretazione della norma e pertanto, suo malgrado, il Consiglio dei Ministri è costretto a distrarsi da altre importanti attività perchè è chiamato, porca miseria, a dirimere questioni che non andrebbero nemmeno discusse se niente niente fossimo finalmente liberati da una magistratura liberticida e comunista che, cribbio, ci costringe ad intervenire ogni momento..

tutto ciò premesso

per pubblico impiegato si intende colui che lavora per il pubblico mentre colui che lavora per se stesso non è pubblico anche se stipendiato dallo stato. L’accertamento delle funzioni è fatto direttamente dalla presidenza del Consiglio dei Ministri

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Consiglio dei Ministri: interpretazione autentica art. 832 C.C.

Posted by vaiattila su 6 marzo 2010

Il Consiglio dei Ministri riunito a palazzo Grazioli in sessione legislativa, a relazione del ministro del culto onorevole Fitto, nella notte tra le tre e le quattro del 28 febbraio 2010, (dopo una doccia rinfrescante), tenendo conto di alcuni lodi pendenti davanti alla magistratura, decreta quanto segue:

Vi sto:

-l ‘ articolo 832 del codice civile  “Il proprietario ha diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico.”

– l’articolo 922 del codice civile: “La proprietà si acquista per occupazione (923 e seguenti), per invenzione (927 e seguenti), per accessione (934 e seguenti), per specificazione (940), per unione o commistione (939), per usucapione (1158 e seguenti), per effetto di contratti (1376 e seguenti), per successione a causa di morte (456 e seguenti) e negli altri modi stabiliti dalla legge.”

Visto che qualcuno ha avanzato l’ipotesi che alcuni beni di cittadini italiani siano venuti in proprietà a seguiti di azioni di turbativa del mercato avanzando altresì l’ipotesi che vi sia stata volontaria azione di dolo nonchè comportamenti atti a ingraziarsi la benevolenza del collegio giudicante adito da ricorrenti senza titolo;

ribadisce

che le norme sopra esposto sono molto giuste e belle, tuttavia ritiene esprimersi in via di interpretazione autentica e stabilisce  quanto segue:

per proprietario si intende colui che detiene un qualche cosa utilizzandolo effettivamente come fosse suo.

Come ribadito anche dal disposto dell’articolo 922 la proprietà si acquista anche per occupazione pertanto il Consiglio dei Ministri, ed in particolare il Presidente del Consiglio dei ministri onorevole Silvio Berlusconi, avendo occupato legittimamente tale carica, interpreta che questa sia divenuta di sua proprietà e ne dispone per il presente e per il futuro come meglio  crede.

Ne discende che anche i beni che lo stesso intendesse acquisure anche per invenzione ai sensi dell’art 927 C.C.  saranno suoi

Il notaio conferma e non rompete le balle!

Posted in varie | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »