attila

la grande depressione

braccia sottratte all’agricoltura

Posted by vaiattila su 24 dicembre 2010

Da ragazzo dicevo sempre che mi sarebbe piaciuto “fare politica”.

Mi madre cercava di dissuadermi: Diceva: è un lavoro duro, sei sempre sotto… non hai mai un momento libero, sei sempre sotto lo sguardo della gente….”

Ma va!…rispondevo io…. è un lavoro bellissimo che puoi fare senza bisogno di una conoscenza specifica e non è per nulla stressante…

Poi, la vita, mi ha portato su tutt’altri lidi.

Ma ora, dopo le parole di Schifani, mi accordo che mia mamma aveva ragione.

Loro, il 23 dicembre alle ore 17, stavano ancora lavorando…

Se mi permette, egregia seconda carica dello Stato, penso che dovrebbe tranquillamente andare tutto intero a vaffa…..!!!!!

(impresentabile!)

Annunci

2 Risposte to “braccia sottratte all’agricoltura”

  1. Cirano said

    Sono milioni gli italiani che hanno lavorato il 23 dicembre e anche il 24. Altri milioni nono quelli che non hanno potuto farlo perchè disoccupati o in cassa integrazione. Schifani, ti prego, vaffa…..!!! La mia comprensione però perchè, effettivamente, tornare a lavorare il 12 cgennaio è un po’ prestino.

    • vaiattila said

      E’ vero, dovremmo allentare questa pressione/opressione che facciamo sui politici… lasciamoli un po’ in pace…per sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: