attila

la grande depressione

che tempi!

Posted by vaiattila su 22 marzo 2010

Dai, mi dicono: vieni anche tu a quasta festa! il posto è bello, c’è da mangiare a volontà e poi siamo tra noi… Io tentenno ma poi, per pura amicizia mi lascio trascinare ad una festa del Pd. Appena arrivato quello che sta al banco mi fa un sorriso da orecchio a orecchio, mi saluta con un caloroso ciao e mi chiama per nome… frugo nella mia testa alla ricerca di un ricordo, un immagine un nome, una circostanza, qualcosa che mi dia l’opportunità di mollare l’espressione da ebete che devo avere stampato in faccia… Me la cavo con il sorriso migliore che ho e con un bel ciao …ti vedo bene! Appena ho occasione chiedo notizie… ma chi è quello? sorrisetto di compiacenza.. ma dai, era il direttore di…. caspita! quel democristiano con cui trent’anni fa mi fronteggi in piazza a male parole, minaccie, insulti e porchi? Ci accomodiamo al tavolo più periferico dal quale godiamo una visione d’insieme. Un bel pezzo di paese è là, pieno di sorrisi e di strette di mano. Anche tu qua? che bella sorpresa! C’è il vecchio geometra, un tempo odiato perchè era lo specultore del paese… oggi è qua, con l’opposizione. E’ qua perchè lui è stato soppiantato da uno più pescacane di lui, capace di costruire senza nemmeno lasciare il minimo di distanza dai confini delle strade, capace di occupare i marciapiedi e di lottizzare perfino i canali. Il mio è un paesotto pieno di vita. Ha tre farmacie, ma ben sei supermercati e un centro commerciale! Si dice che qualcuno stia chiudendo per via della crisi…  In bella mostra anche vari imprenditori d’epoca. Lo si era già visto anche  al parchggio dalla presenza di grosse Audi Jaguar mercedes… li guardo sconsolato, stanno al centro della sala, sorridono tra loro. E’ un pezzo di storia. E’ l’Italia del miracolo economico, eè l’Italia degli anni settanta, del capannone nato all’ ombra del biancofiore… in queste terre padane negli anni settanta al mio paese la DC arrivava quasi all’80%.. Quando la maggiore dei miei figli andò alle elementari per noi non fu riservato il servizio scolastico… perchè non lo avevamo prenotato.. MA come, e dove sta scritto che dovevamo prenotare il servizio scolastico? LA risposta  che ci dette la direttrice fu illuminante: Ma come, l’ha detto il parroco in chiesa!… Così era il mio paese ed ora un bel pezzo di que paese sta qua, sotto le tende dell’opposizione. I figli, quelli che oggi hanno l’impesa in mano sono tutti o con la lega o con il partito dell’ amore.. Ma i vecchi si ritrovano spiazzati… alcuni da vecchi democristiani si sono visti catapultati nell’avventura di dover convivere con i nemici di un tempo.

E poi arriva lui, un pinocchietto  di malaffare, vecchio puttaniere da balera  che urla, senza vergogna alcuna, a tutti ‘sti poveri vecchi democristiani:  comunisti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: