attila

la grande depressione

il servitore dello Stato

Posted by vaiattila su 15 febbraio 2010

Bertolaso e la protezione civile. Mica è questione da poco. Non tanto per sesso, non tanto per appalti facili, non tanto per possibili mazzette… Fosse solo questo ci troveremo di fronte a storie di ordinaria amministrazione.

La questione è molto più complessa perchè incide sull’organizzazione complessiva dello Stato. Denuncia in modo inequivocabile l’assunto che la strada “normale” per realizzare le opere pubbliche o un qualche intervento di urgenza, non è percorribile in tempi certi, e soprattutto mescola due campi che dovrebbero, stando al nostro ordinamento, stare separati. Da una parte la politica, dall’altra parte l’amministrazione. Da una parte gli indirizzi politici dall’altra la gestione di denaro pubblico. Da una parte un politico dall’altra un tecnico.

Invece Bertolaso, medico che ha operato molte volte nell’ambito delle emergenze del terzo mondo,  dotato evidentemente di buona capacità oerganizzativa, poco alla volta si è lasciato blandire dalla politica. Certo la politica è una bestia che tende a fagocitare tutto e vedendo  quella povera verginella di Guido ha pensato giusto di mangiarsela, cooptandola ad una carica pubblica quale quella di sottosegretario. Membro, quindi, di un governo. Persona che inevitabilmente deve immergersi in un mondo che poco gli appartiene: rapporti con l’opposizione, riforma della giustizia, lotta alla magistratura, decretazione salva premier…. eccetera eccetera.

Ma soprattutto viene a corrompersi un ruolo: quello di tecnico. Questa contaminazione è un ulteriore rottura di compiti e di ruoli, è un altra confusione in quella che dovrebbe essere una delle basi dell’organizzazione amministrativa dello Stato.  Cioè tutto questo inevitabilmente aumenta il ruolo del Caos. Più aumenta il caos e maggiore è la confusione dei ruoli, maggiore è la confusione dei ruoli e maggiore è la necessità del ricorso a figure straordinarie che possano agire proprio in virtù di poter saltare i ruoli, in un turbinio di azioni che si allontanano sempre più dalla norma ordinaria. Agire attraverso norme straordinarie, create ad hoc e calibrate scientemente sulle esisgenze dell’emergenza è un grande trionfo del caos… la struttura ordinaria dell’amministrazione, quella che dovrebbe fare le cose normali, diventa sempre più impedita e a questa restano demandate esclusivamente le azioni poco importanti, quelle di rito, quelle banali… non si sviluppa, a partire da questo, nessuna professionalità interna, nessuna capacità di programmazione… tutto questo è demandato a Bertolaso e ai suoi buoi.

Poi la retorica. Una retorica che non sopporto. SERVITORE dello Stato?

Che cazzo di Stato è mai questo che ha bisogno di servitori? uno stato democratico ha bisogno di ruoli definiti, di professionalità, di programmazione e di intelligenza. Uno stato democratico ha bisogno di funzionari consapevoli  motivati e fedeli nel compiere il loro dovere, per il quale sono pagati  ( e sono anche molto, ma molto stufo della retorica dei dipendentiupubblici sottopagati… perchè a starci fuori dall’amministrazione mica è così facile raccimolare una paghetta decente..)

Disgraziato lo Stato democratico che ha bisogno di avere dei SERVI!

Ma disgraziato anche lo Stato democratico che ha dei paraculi che si definiscono Servitori dello Stato!

Annunci

Una Risposta to “il servitore dello Stato”

  1. Cirano said

    Bellissimo post. Un tecnico non dovrebbe mai avventurarsi sul “piano inclinato” della politica. Quando inizia a “scivolare” non lo fermerà più nessuno!
    😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: