attila

la grande depressione

scontro nel governo su Tremonti

Posted by vaiattila su 23 novembre 2009

Stando a quello che riporta la stampa di oggi, ci sarebbe uno scontro all’interno del governo sulla politica economica. In realtà lo scontro si personalizza e assume le dimensioni di una sorta di contrasto di caratteri… da una parte Giulio, dall’altra gli altri ministri. Tremonti, si sa, ha un caratteraccio. Gli altri ministri ne sono un po’ intimoriti perchè l’aura del ministro dell’ economia è splendente, fulgida, forte e resistente. Allontana per essere contemplata.

Ma chiaramente dal fronte degli altri ministri si avanza uno strano soldato. E’ un uomo senza peli sulla lingua che va dritto al sodo e ci da una chiave interpretativa della questione che lascia senza fiato. Dice Brunetta: “Giulio lo conosco da trent’anni. E’ un geniaccio, ma ha un brutto carattere”.

Ecco il punto: E’ un geniaccio. Giulio Tremonti è un geniaccio. MA questo è un governo di geniacci. Brunetta stesso, per definizione, è un geniaccio che forse non conseguirà (per colpa nostra che lo abbiamo voluto al governo) il nobel per l’economia, ma che sicuramente potrà aspirare ad un posto nella storia come futuro rifondatore della Serenissima repubblica di Venezia.

Al Governo c’è anche un ministro come Sacconi che potrà fregiarsi, forse, del nobel per la medicina avendo debellato, sul nascere, la nuova peste del millennio, l’influenza H1N1. Certo, pare che il nobel lo dovrà dividere con Topo Gigio, che però se lo merita.

E c’è anche un altro genio come Bondi. Poeta e genio. Basta ricordare i versi dedicati alla moglie

dolcissimo padre
amore unico
corazza dello spirito
roccia di lava
anima fuggitiva

Subito dopo la moglie chiedeva il divorzio (ma c’è un ministro di questa Repubblica fondata sulla famiglia che non abbia divorziato negli ultimi cinque anni?)

Torniamo al tema. Berlusconi, da novello principe splendente, ha radunato attorno al tavolo governativo i migliori spiriti del nostro tempo. E’ il nuovo rinascimento che trova in Silvio il Magnifico l’unico in grado di far convivere un consesso di personalità così eccelse. Ma è in parte anche il limite di questo governo: troppo genio spesso entra in fibrillazione.

Se andiamo al passato non possiamo che notare come la copresenza nella stessa città di persone del tutto fuori dal normale quali Michelangelo e Leonardo sia stata occasione di scontri e contumelie. E per il passato la Storia ha avuto una qualche riguardo per il genere umano facendo sì che il più delle volte i geni apparissero ogni tanto, in secoli lontani o in luoghi lontani, proprio per impedire una sovraeccitazione intellettuale.

Di questi tempi, per altro così bisognevoli di intelligenza, l’Astuzia della Ragione, ha messo in campo, contemporaneamente alcune delle teste più belle che il genere unano abbia concepito: i geniacci, appunto.

D’altra parte sono periodi strani sotto anche altro profilo. Abbiamo un numero di santi mai raggiunto nei secoli passati. Una quantità di eroi che mai si è visto nella storia e chiaramente, poi, abbiamo anche qualche disfattista (sempre meno, per fortuna) che osa parlare di caduta di valori.

Annunci

2 Risposte to “scontro nel governo su Tremonti”

  1. Fil de Fer said

    Più che lasciare un commento chiederei una spiegazione.
    Cosa c’entra Tremonti con la rifondazione della SERENISSIMA REPUBBLICA DI VENEZIA ?!?
    Forse un riferimento al buon governo della Serenissima?
    Forse un riferimento all’ottima gestione delle finanze della Serenissima?
    Forse un riferimento a quanto segue …..:

    Nessuno a Venezia ti costringeva col fucile ad andare in chiesa, ci
    > mancherebbe che si auspicasse alla fondazione di uno stato del genere:
    > però si basava su principi riassunti un questa frase, scritta nell’atto di
    > dedizione di Treviso:
    >
    > “IL DOMINIO VENETO CONSERVA LA REPUBBLICA CON LA RELIGIONE, LA LEGGE,
    > LA GIUSTIZIA, I SUOI SUDDITI CON LA CARITA’, L’AMORE, LA PIETA’ “. Carità
    > amore e pietà che mi sembrano scomparsi, quanto la legge e la giustizia,
    > nell’Italia di oggi, figlia di un modello di stato basato sui principi
    > giacobini che affossarono l’indipendenza e l’ autonomia della Serenissima e continuando…tanto meno nel buon governo e buona gestione della cosa pubblica Italiana…..
    Mi piacerebbe un commento. Grazie !
    Fil de fer
    VERONA
    VENETO

    • vaiattila said

      l’uomo che provvederà alla rifondazione della Serrenissima Repubblica non è Tremonti, ma l’altro geniaccio ovverosia il ministro professore Renato Brunetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: