attila

la grande depressione

marrazzo – mastella – l’informazione

Posted by vaiattila su 23 ottobre 2009

Quando comnciai a lavorare non esisteva ancora il divorzio. 

L’Italia era bacchettona come non mai, i comunisti avevano appena finito di mangiare i banbini, in chiesa gli uomini stavano da una parte e le donne dall’atro lato, e queste portavano il fazzoletto nero in testa…..

Si inveiva contro i democristiani forchettoni e i “capelloni” erano guardati con sospetto.

Quando cominciai a lavorare in un ente che faceva un 4000 dipendenti, le “tresche” tra uomini e donne erano sussurrate… si “vociferava” sottovoce…. e tutto rientrava nella sfera del privato. Da confessare al prete che ogni tanto tuonava dal pulpito contro contro il degrado morale e contro la donna tentatrice…. e via col rispetto della famiglia…. io non andavo in chiesa, ma i riferimenti, anche se general generici, arrivavano ache fuori dalla chiesa.

Peggio o meglio di oggi? nno è un problema ma dietro alle prime pagine di Marrazzo ricattato rinasce il gusto della pruderie. Marrazzo…. anche lui!?

Marrazzo e … chi sarà mai?   ma anche un lontano riverbero: Silvio?

Ecco: tutto questo è spendido. Potremmo discutere per mesi su morale, etica, corna. escort. E poi destra, sinistra, e tutto il resto… Marrazzo ha fatto qualche assessore dal nulla? una compiacente assessore dal sorriso smagliante…e dalle misure opportune.

Marrazzo una sua venetta di moralismo ce l’ha.

Ma anche l’altro mostro oggi in prima pagina, il prode Clemente con signora, rimanda al passato. Quanti nobili predecessori di Clemente hanno ammesso che sì, a fin di bene e solo per motivi unamitari, ghanno aiutato ora questo, ora quello… ma è del tutto normale e giustamente non capiscono. Ma come? anno aiutato un amico, un conoscente, come farebbe ognuno di noi cin un nostro coinquilino, in ficuno di casa, l’amico del bar….. tut che conosci tizio, non potresti…? Certo tutto solo perchè siamo persone buone, ben dispoiste verso gli altri… chi negherebbe una mano al conoscente?

La signora Santa Mastella fuori dalla Regione? che è: una nuova forma di ostracismo? Una messa al confino? una persecuzione che vede la “diaspora”  della famiglia Mastella?

Clemate a Bruxelles, Santa Mastella raminga per Roma, il figlio da solo sulla Cayenne a scorazzare per Ceppaloni … e tutto per un misero piacere fatto per bonomia ad un con0scente?

che tempi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: