attila

la grande depressione

perdigiorno

Posted by vaiattila su 13 febbraio 2009

Qualche stronzo perdigiorno è andato a guardare nelle opere di Brunetta ed ha scoperto quello che l’Espresso riporta in un articoletto infamante.

Si insinua che ….             “interi brani erano letteralmente tradotti o parafrasati, e numerosi grafici ricopiati pari pari, da un più noto testo americano del 1980 (?Labor Economics?, prima edizione del 1970, edito da Prentice-Hall, Inc.) dei professori Belton M. Fleisher e Thomas J. Kniesner .”

E’ esattamente il contrario. Pochi sanno che Renato, mentre frequentava la terza liceo presso l’istituto Foscarini di Venezia, presentò una tesina, scritta con la mano sinistra, poi tradotta in sanscrito, dal titolo “macroeconomia del lavoro”. Questa tesina(gennaio 1970, notare prego la data)  fu impudicamente  copiata da alcuni oscuri professori americani che non diverranno mai ministri perchè fannulloni.

Più tardi la casa editrice Marsilio, di orientamento neo postmoderno craxodemichelisiano,  decise di pubblicare la tesina di Renato, ma ci mise dentro una mascalzonata imputabile alla nota invidia di Cesare De Michelis nei confronti di Brunetta. L’ opera fu intitolata “microeconomia del lavoro”.

Questo per ristabilire la verità dei fatti.

L’unica cosa che Brunetta ha copiato in vita sua è la pettinatura che viene amorevolmente tinta e cotonata e che si ispira  a  quella di Cacciari. Il risultato, ovviamente, è del tutto risibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: