attila

la grande depressione

stato di m.

Posted by vaiattila su 10 febbraio 2009

Il caso di Eluana sembra scatenare la peggiore irrazionalità e stupidità che le nostre istituzioni riescano a mettere in campo. Che dei senatori della Repubblica accusino di omicidio una clinica dei medici per aver rispettato il dettato di una sentenza sembra quantomeno imbarazzante. Ancora peggio quando dei senatori con la faccia di decelebrati e con i sentimenti di un mercante di schiavi accusano mica tanto implicitamente una padre ed una madre che hanno vissuto un dramma devastante e lo hanno fatto con grande dignità e coraggio.

Ma qua abbiamo assistito ad una grande mascalzonata mediatica dove si è montato ad arte un caso e si è voluto a tutti i costi creare uno scontro di grande portata su temi che francamente sono stati utilizzati in modo impietoso e disinformato. Cioè si è voluto occupare le prime pagine della televisione, dei giornali , della comunicazione dando in pasto al pubblico fatti e storie avulsi dalla realtà e tutto questo perchè non c’è niente di meglio che i grandi scontri di opinione. Su questo si divide anche il grande Partito Democratico che non ha nemmeno una parvenza di patto interno per cui, nei grandi temi di coscienza, si evita la contrapposizione interna… I grandi temi di coscienza sono del tutto ininfluenti sul piano pratico, ma albergano nei nostri cuori. Non siamo in questo, tanto lontani dai lefreviani che in nome della chiesa unitaria spaccano la chiesa, in nome di Cristo negano lo sterminio degli Ebrei ecc…

Abbiamo sentito levarsi le voci di tutti a gridare vita o morte, con la chiesa santa e romana in primo piano ad invadere clamorosamente il campo della politica, contestando il diritto dello Stato di organizzarsi e darsi valori diversi da quelli cattolici. E subito la destra e una parte della sinistra si sono pacificamente adeguati a fare quello che in definitiva contestiamo agli stati islamici ossia la teocrazia. Perchè nel laico stato italiano la teocrazia non esiste?

Ed ecco ispezioni, dichiarazioni irresponsabili da parte di Silvio Banana che spara cazzate a raffica con la faccia di circostanza che commuoverebbe qualsiasi massaia (come dice lui) ed ecco che la massaia ci casc e gli compra l’aspirapolvere e la credibilità.

Domenica sera su rai tre Riccardo Iacona ha trasmesso un lungo ed interessantissimo reportage sulla scuola italiana, sui diplomi e lauree comperate ad un prezzo francamente basso e senza che il futuro geometra frequentasse nemmeno un giorno di scuola… Ottimo preludio di un dramma che un giorno troverà sul territorio la sua espressione migliore… ecco, là le nostre istituzioni tacciono… nessuna ispezione governativa… nulla di nulla. Per forza! La non ci sono campagne ideologiche da fare, ci sarebbe solo da applicare la legge, ma tanto la legge in Italia non la rispetta nemmeno il senato della repubblica, nemmeno il presidente del consiglio…. ma perchè la dovrebbe rispettare un imprenditore che ha messo in piedi un industria di certificati di geometra o ragioniere… per caso è illegittimo essere geometra?

L’imprenditoria deve essere libera e magari lo stato deve anche finanziare le scuole private.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: