attila

la grande depressione

soru, pd, la democrazia e la visione del mondo

Posted by vaiattila su 28 novembre 2008

Lui non sarebbe d’accordo. Ma tanto qua siamo in epoche di revisionismo e lui non può farci proprio nulla. Mi riferisco al fatto che Marx in un qualche modo deve essere ascritto per una quota parte al novero dei padri nobili del Partito Democratico. Lui non sarebbe d’accordo, certo, ma in una quota percentuale, magari solo per qualche pelo di barba, anche Marx siede nel grande partenone delle glorie che hanno dato vita al movimento democratico. E ci possiamo mettere pezzi di don Strurzo e Amendola, Hegel e Zaccagnini, Gramsci e La Pira, Giolitti e Fourier, Popper e Luxemburg, Cacciari e Totti.

Cito il vecchio mito giovanile perchè ho bisogno di supporto teoretico e l’argomentazione della mia tesi non può basarsi sul vuoto di oggi. E poi il mio è anche un tentativo di avvicinarmi a Tremonti.

Nel suo periodo giovanile il vecchio Marx ebbe un intuizione che mi pare proprio giusta e nell’Ideologia tedesca buttò là un “Le idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti”. Va bè, detto più di due secoli fa la cosa non era male. E poi se uno ci ragiona entrà in una fase di meditazione metafisica. Ossia che Mc Luhan dicesse quello che dice circa i media, il villaggio globale e questo e quello è anche forse comprensibile, ma Marshall (McLuhan) parla in un epoca diversa e di una cosa diversa. Invece quello che mi sorprende è come funziona l’imposizione del dominio ideale della classe dominante sulle altre classi. Perchè questo polpettone che si chiama ideologia è perfino più subdolo del medium …

A me sta roba mi è venuta in mente chiedendomi di che pasta fossero i vari democratici sardi che avevano giubilato il Soru sulla questione ambientale. PErchè mi credevo che chi fa politica in Sardegna e che si schiera contro Silvio condivida almeno almeno la repulsione per lo sfruttamento intensivo del territorio, ossia non appartenga al mondo del contruttori edili, che è tutta brava gente, ma soffrono di horror vacui e appena intravvedono uno scorcio dove non ci stia un condominio o un capannone si sentono spaesati e spersi in un deserto. E allora costruiscono.

So che sto semplificando, ma frequentando marginalmente il settore non mi è ancora capitato di trovare un seguace del dio mattone che abbia una minima idea di “natura”.

Siccome Soru ha da subito proclamato il suo interesse al preservare in un qualche modo il territorio sardo, credevo che la cosa fosse chiara anche a quelli che lo sostenevano.

E invece no. A me sfugge perchè questa cosa non fosse chiara da subito. e non so spiegarmela. Poi però mi è venuta in mente il broccardo marxiano… vero “le idee della classe dominante….” è così senza che i poveri dominati se ne accorgessero le idee dominanti si sono impossessate di loro… o no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: