attila

la grande depressione

italia russia: una faccia, una razza

Posted by vaiattila su 7 novembre 2008

Tra una battuta e l’altra, il nostro presidente del coniglio ha dichiarato che il nostro obiettivo è quello di diventare il partner numero unico della repubblica russa.

E’ una ambizione forte, proprio ora che il nostro maggiore alleato sembra prendere una strada diversa da quella di Silvio e che comunque non sarà certo quella di George Dabliù. E, se non capisco male, questa dichiarazione in qualche modo suona come una scelta di campo. Se il nostro principale alleato cambia rotta e non costituisce più un baluardo di civiltà in campo di difesa della democrazia o di diritto di utilizzo dell’ambiente allora è bene rafforzare un alleanza con Santa Madre Russia che in tema di libero diritto ha molto da insegnare.

Infatti non a caso noi, privi come siamo del senso dell’umorismo, non capiamo il significato di quell'”abbronzato” che suona sì offensivo, ma meno di quello che covava nella testa del nostro che avrebbe trovato molto più divertente apostrovarlo con il termine affettuoso di “negretto”, come gli aveva insegnato mamma Rosa… “Silvio, da’ queste 10 lire per le missioni che sono per i poveri negretti che hanno fame” così diceva mamma Rosa e a lui è rimasto nel cuore questa parola che è affettuosa e caritatevole come lo era la sua buona mamma! (che poi non si accorgeva che lui si intascava le dieci lire )

Dunque una sorta di cambio di punto di riferimento geopolitico. Già il grande umorista aveva dato segni di doppigiochismo in varie occasioni, ma era apparso fin troppo coraggioso il suo schierarsi a fianco dell’amico Putin dirante la crisi della Georgia. Là Silvio aveva cantato fuori dal coro occidentale, sostenendo la brutalità russa e rompendo di fatto lo scieramento europeo..

Fatalmente tutte le grandi operazioni economiche che Silvio è andato ad impostare con l’amico Medvedev, che agisce in nome proprio e per conto di Putin, hanno un grande impatto ambientale.

Berluscono rafforza la collaborazione policia ed economica con la Russia ed ci fa intravvedere uno grande sviluppo futuro che ci porterà fuori dalla crisi: il rofforzamento della collaborazione tra mafia italiana e mafia russa….

Annunci

2 Risposte to “italia russia: una faccia, una razza”

  1. Vichi said

    per quanto Berlusconi ci abbia abituato a tutto, mi pare eccessivo pensare ad un abbamdono dei rapporti privilegiati con l’America.

  2. vaiattila said

    Berlusconi ha sicuramente capito che i rapporti con Obana saranno molto diversi di quelli avuti con Bush.Ha anche capito che l’Europa imporrà all’italia una politica di rigore e lui sa benissimo che non sarà in grado e non ne avrà la convenienza. Quindi tutto si dispone a favore di una politica di pirateria. molto incline ad araffare tutto quello che c’è da araffare. Ovviamente non aspettiamoci dietro questo segnali di coerenza e di correttezza. Le regole della pirateria non contemplano questi comportamenti
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: