attila

la grande depressione

brunetta in sedicesima

Posted by vaiattila su 24 settembre 2008

Il dott. Ilarda è un ex magistrato. Oggi è assessore della Regione Sicilia. E’ un duro. Viene chiamato il Brunetta della Sicilia. Va e cazzia i vari fannulloni. Ed ha ragione a farlo. Poi in Trinatria il compito è improbo. Un quanto dei dipendenti regionali di tutta Italia stanno in Sicilia. Solo il numero dei dirigenti siciliani è tale che eguaglia quali il numero di tutti i dipendenti della regione veneto, o piemonte o lombardia. In questa accozzaglia di gente che occupa la Regione Sicilia è difficile non si insinuino del fannulloni. e lui, il prode Ilarda non ce la va da solo… Si fa un mazzo tento e non è più un ragazzino. Ha bisogno di forze nuove, di sangue fresco di gente decisa e competente.

Per fortuna Ilarda ha una figlia. Giovane, ha ventisette anni. Con innato senso di giustizia, è figlia di un magistrato. Competente, si è laureata in storia dell’arte con 110 e lode (secondo l’equazione del Ministro Gelmini una laurea del genere presa sotto Bologna corrisponde ad un ottanta presa a Brescia). con esperienza internazionale, conosce due lingue. (che non è una lingua biforcuta) Una così voi non la fareste subito dirigente? Con popò di curriculum c’è da meravigliarsi che sia ancora dispoccupata!

E il Brunetta in sedicesima si assume la figlia come dirigente nel suo assessorato.

C’è poco da scandalizzarsi. Non voglio difendere i fannulloni, quelli, secondo me, stanno bene mazziati. Solo che i mazziatori, almeno questo tipo di mazziatori, sono degli ex fannulloni incalliti. Gente che è diventata professore universitario a forza di spinte e morsi sulle rotule altrui, Gente che le regole se le inventa per strada e al momento. sostanzialmente sono dei poeti. Gente che vorrebbe stare a guardare la luna, contemplare il loro ego potente, cantare i tormenti del loro animo…

Ma ad un certo punto della vita vengono folgorati sulla via di Damasco. Caricano sulle loro spalle il fardello dell’ umanità e decidono di giudare il mondo verso nuove mete. Fioriscono i Brunetta un po’ daperttutto.

Gente di principio. Gente di fine.

Gente che si inventa la realtà, la trasforma e la modella a proprio piacimento e poi ecco si autoproclamano salvatori della patria, unti da signore, uomini della provvidenza. LA cosa tragica è che sono sempre uguali, sono sempre loro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: