attila

la grande depressione

Il popolo crede nel suo conducator: è un trionfo!

Posted by vaiattila su 16 settembre 2008

Questo popolo, fatto di una moltitudine di popoli diversi ( i veneti, i lombardi, i siculi, i sanniti, i romani, gli etruschi, i tusci, i toscani, i toscanelli, gli umbri, i piceni, gli italici, i cimbri, i liguri, i messapi, i camuni, i laziali, gli iuventini, i rutuli, i celti gli osci, i lucani e tanti altri… ma se poi vogliamo estendere il concetto protemmo anche mettere gli albanesi, i cinesi e tutte le numerose loro popolazioni, i rumeni e via dicendo) questo popolo, dicevamo, si riconosce a pieno nel suo presidente del Consiglio. 

C’è poco da recriminare. Questo è un dato senza se e senza ma.  Ed è un dato assolutamente stupefacente perchè ho come l’impressione che questo governo abbia un tasso di consenso altissimo per le  medie italiane. 

Il nostro presidente sembra essersi formato politicamente sui filmati dell’archivio Luce che ci mostrano con una certa retorica le imprese del Duce. Il nostro gli va dietro e sembra incredibile che il nostro grande popolo di santi, navigatori, eroi  e poeti si identifichi nell’uomo della provvidenza.

Il consenso sembra legato alle iniziative di questo governo. Iniziative trasmesse a reti unificate con grande clamore che colgono l’immaginario collettivo (che sarà mai quest’ultima cosa?) e ci fanno intravvedere un mondo finalmente ordinato ed organizzato: UN mondo dove i bambini vanno con il loro grembiulino a scuola sotto gli occhi vigili delle forze dell’ordine e dei soldati, dove tutti vanno a lavorare e fanno funzionare egregiamente la macchina amministrativa, dove le prostitute se ne stanno nascoste dentro appartamentini  dove l’utente, tutelato nella sua privacy, può soddisfare le proprie pulsioni represse, dove i neri e gli extra comunitari ci sono ma solo per lavorare, dove l’economia nazionale, nonostante le difficoltà del mondo naviga in acque agitate ma il nocchiero tiene la barra con indubbia perizia e sicurezza, dove le massaie fanno la spesa cercando i prodotti a costo minore per ottimizzare l’economia familiare, dove i ministri sono di indubbia compentenza e le ministre sono di indubbia bellezza, dove, a ben guardarsi, sembra di essere dentro una fiction televisiva.

Questo mondo piace al popolo italiano, in tutte le sue componenti. Questa sorta di mondo virtuale nel quale più del 60% degli italiani si identifica è il vero ed unico mondo nel quale dobbiamo vivere.  Il resto, con i licenziamenti, l’inquinamento, il traffico, i soldi che mancano ecc… è solo la proiezione pessimistica della sinistra, quella che sempre di più vogliamo nasconderci agli occhi ed alla realtà.

D’altra parte la ricchezza di Silvio, le sue ambiguità tra famiglia e puttanaggio vario, il suo atteggiarsi a sovrano benevolo, il suo trasformare storia e i fatti sembrano appartenere al mondo della fantasia piuttosto che a quello della realtà.

Ma non solo. LA sua grande capacità è quella di rendere sacro quello che è profano e profano quello che è sacro ( questa non è mia, l’ho presa da mia moglie…. che vede lontano) e così la famiglia c’è, è sacra, ma la famiglia si puù mescolare con amorazzi ed ammicamenti da bordello, mentre il denaro è giustamente profano, ma lo si può elevare a somma sacralità perchè tutto permette e concede. Questo atteggiamento che mescola e confonde il povero di spirito (leggi pure: il popolo italiano) corrisponde al comportamento di satana, come demone che si contrappone a dio e confonde ogni possibile certezza: tutto diventa proiezione di altre proiezioni e nulla esiste più come realtà ma solo come immagine di altre immagini.

Da sempre era chiaro ai padri della chiesa che satana avrebbe preso l’aspetto della televisione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: