attila

la grande depressione

l’ospedale di mestre e il project financing

Posted by vaiattila su 29 settembre 2007

Da quanto mi sono chiesto come venga finanziato l’ospedale di Mestre, passo alcune ore delle mie giornate a scrutare nella rete traccie di qualche elemento utile. 

Parto da alcune considerazioni personali di massima:

1) a me fondamentalmente “piace” che i privati siano meglio della pubblica amministrazione e forniscano  servizi “migliori” e a prezzi concorrenziali.

2)però il privato, giustamente, rivendica un suo utile. Personalmente sono assolutamente convinto che il profitto sia un elemento essenziale del rapporto tra pubblico e privato. Non credo a chi lavora per la gloria o sotto costo perchè dietro questo c’è sempre il trucco.

3) poichè sono un assoluto assertore del profitto mi chiedo quale sia il profitto della compaggine di imprese che ha proposto e poi realizzato l’ospedale di Mestre. A questa domanda, che mi pare del tutto banale, non sono ancora riuscito, dopo alcuni giorni di ricerche, a trovare risposta.

 Ragionando sul meccanismo di project financing mi sono fatto una certa opinione. Il sistema di finanziamento di un opera pubblica funziona più o meno in questo modo: la pubblica amministrazione vuole realizzare un determinato servizio che comporta anche notevoli investimenti. Poichè non ha soldi ricorre ai privati che realizzano l’opera e rientrano del loro investimento grazie ai proventi che ricevono dalla gestione del servizio pubblico.

Per fare un esempio banale si può citare quello del parcheggio,  un comune vuole realizzare un nuovo parcheggio. lo dà in project financing ad una società privata che spende i soldo per realizzare il parcheggio e che per i successivi 20 o 30 anni si ripaga attraverso i proventi che arrivano dalla gestione del parcheggio stesso. A questo punto, se l’impresa ha fatto bene i suoi conti ed ha gestito bene il servizio, si sarà ripagata dell’investimento iniziale e ci avrà guadagnato chiudendo la propria attività in attivo.   Da parte sua il comune avrà risolto il problema dei parcheggi senza spendere una lira e i cittadini avranno modo di parcheggiare comodamente. In questa versione il project financing non fa una piega. Mi sembra un ottimo strumento.

Ma nel caso dell’ospedale di Mestre, mi chiedo, come si ripaghi il consorzio di imprese che ha fatto un investimento di qualcosa come 140 milioni di euro

Candidamente il sito ufficiale del nuovo ospedale di Mestre scrive

“I costi

Sull’investimento complessivo di 220 milioni di euro, Veneta Sanitaria Finanza di Progetto anticiperà ca. 140 milioni. La somma sarà ripagata alla società in parte attraverso la gestione di alcuni servizi ospedalieri dati in concessione dall’ULSS 12 per 24 anni.” (http://www.nuovospedalemestre.it/Financing.php)

Ecco, a me questa formulazione mi manda in estasi. In sintesi: io ci metto 140 milioni di euro e poi la società sarà ripagata in parte attraverso la gestione di alcuni servizi.

Beh, in che parte?  e l’altra parte chi la mette? e quali servizi gestirà la Veneta Sanitaria Finanza di Progetto spa?

il fatto che non sia possibile reperire informazioni certe e precise mi lascia basito e mi sembrerebbe interessante saperne di più.

attila

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: